Centro container Camerino,
donati arredi per la sala comune

SISMA - Questa mattina taglio del nastro dopo la donazione di divani, tavoli e suppellettili per il punto di ritrovo di chi vive nei moduli abitativi
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

centro-container-vallicelle-1-650x366

 

centro-container-vallicelle-2-650x366

 

“La compagnia è la cosa che fa più piacere in un luogo come questo, per spezzare i giorni tutti uguali tra queste pareti grige”, così Paola Cagnini, dipendente del comune di Camerino e responsabile del centro container di Vallicelle B dove vivono 75 persone, ha ringraziato Ancos e Confartigianato, questa mattina subito dopo il taglio del nastro, per la donazione dell’arredamento della sala comune, con divani, tavoli ed altre suppellettili, che permetteranno di allietare l’unico punto di ritrovo tra i residenti nei moduli abitativi. All’inaugurazione hanno preso parte Renzo Leonori presidente provinciale Confartigianato insieme ad altri rappresentanti locali dell’associazione, Fabio Menicacci segretario nazionale Ancos, l’assessore comunale Antonella Nalli, il parroco monsignor Mariano Ascenzo Blanchi che ha benedetto la struttura. “So cosa si prova, sono terremotato – ha detto Renzo Leonori – luoghi come questo hanno bisogno di tutto, ormai è passato un anno e abbiamo visto poche cose, ringraziamo Fabio Menicacci dell’Ancos che con il 5 per mille ci ha permesso di dare una mano a questi sfollati. C’è anche il problema delle imprese danneggiate, alcune non sono più ripartite”. Il sindaco Pasqui ha ringraziato a nome della città: “C’è un’Italia dal cuore grande, di cui il volontariato è uno splendido esempio, poi c’è quella parte del sistema che non va. Non c’è una gara a chi è più bravo, c’è l’obbligo di un popolo di rialzarsi, di restituire Camerino come era per consegnarla alle mie figlie e a tutti i vostri figli. Dopo il 1997 ci siamo rialzati, ma ogni volta sembra la prima volta, entro un anno e mezzo prendo l’impegno di ridare una piazza a Camerino con il centro commerciale nuovo, perchè non basta mettere i commercianti nei container, ma serve una piazza dove incontrarsi, in zona rossa sono solo 37 gli edifici agibili, la vostra donazione è graditissima, perchè riesce a creare aggregazione tra queste persone”. Fabio Menicacci dell’Ancos ha evidenziato come la burocrazia spesso si metta di traverso per chi invece vuole aiutare, ha fortemente criticato la gestione dell’emergenza post terremoto, le mancate risposte, rilevando come sui sindaci pesino molte responsabilità, che spesso comportano anche notevoli problemi. Sandra Gentili di Confartigianato Camerino ha proposto di fare eventi nel centro container per essere vicini agli sfollati, proposta subito raccolta da Leonori e dallo stesso Menicacci che ha invitato la comunità nel paese di cui è sindaco, Soriano, per trascorrere alcuni giorni in serenità.

centro-container-vallicelle-3-650x366

centro-container-vallicelle-4-650x366

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X