Ladra incinta bloccata dal vicino,
denunciata per furto

CIVITANOVA - Una 19enne è stata vista uscire insieme a due complici da un appartamento ed è stata fermata da un condomino. Sul posto la polizia. Fermati sul lungomare tre rom trovati con scatoloni con all'interno cover e accessori per cellulari: foglio di via per tutti
- caricamento letture

polizia-borgo-marinaro-foto-darchivio-civitanova-FDM-14-650x434

 

di Laura Boccanera

Scopre le ladre nell’appartamento del vicino, civitanovese blocca una giovane rom in avanzato stato di gravidanza. Era scappata dall’abitazione con due orologi rubati. La volante del commissariato ha identificato e denunciato R. L., 19enne di origine croata, che insieme a due complici si era introdotta in un appartamento di via Cristoforo Colombo. Solo la prontezza di un condomino ha permesso di sventare il furto. E’ successo ieri pomeriggio attorno alle 16,30. Un condomino di 59 anni scendendo le scale di casa ha notato la porta di ingresso di un inquilino aperta, l’uomo sapeva però che la proprietaria era fuori e si è insospettito. Ha atteso e ha visto uscire dal portone 3 donne di origine rom, ne ha seguita una e l’ha bloccata. Nel frattempo è arrivata una volante della polizia chiamata dal vicino e l’uomo ha consegnato agli agenti la ladra. Si tratta di una 19enne, già conosciuta alle forze dell’ordine per episodi di furto, che risulta residente nel Padovano. La ragazza agli agenti ha riferito di aver trafugato dall’appartamento due orologi e di essersi disfatta di uno gettando in un vaso al primo piano, luogo dove effettivamente il vaso è stato ritrovato. La 19enne è stata denunciata per furto.

Una seconda operazione, sempre da parte della volante del commissariato, è stata portata a termine questa mattina con la denuncia di tre uomini rom di origine slava. Grazie all’attività di controllo sul territorio gli agenti questa mattina hanno fermato sul lungomare Piermanni tre cittadini con residenza nel nord Italia e di etnia rom intenti a frugare dentro alcuni cartoni. All’interno c’erano un centinaio di cover per cellulari e una quarantina di salvaschermi per smartphone. Gli uomini non sono stati in grado di spiegare il possesso di quel materiale per cui sono stati denunciati per ricettazione. Per loro anche il foglio di via obbligatorio dal comune di Civitanova



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X