La Mussolini visita il cratere:
“Qui è tutto bloccato
Dirò a Tajani che è un disastro”

SISMA - L'eurodeputato è stata a Visso, Castelraimondo e San Severino: "Dovrebbero esserci centinaia di persone al lavoro, invece non c'è nessuno. Le cose non vanno perché si prende sasso per sasso e si cataloga. Ma le famiglie dovrebbero avere la priorità. Prima le case e poi i monumenti. Alle chiese pensi il Vaticano. Spendiamo molti soldi per gli immigrati, li porterei ad aiutare". L'onorevole ha detto che parlerà di quanto visto al presidente del Parlamento europeo
- caricamento letture

mussolini1-650x366

Alessandra Mussolini in piazza Martiri Vissani a Visso con il sindaco Pazzaglini

mussolini3-325x183

 

I media si sono focalizzati soltanto su un punto, è come se il resto non fosse mai accaduto, Visso è completamente distrutta, visitando queste bellissime zone ho percepito anche che non c’è nessuno che lavora, ci dovrebbero essere centinaia di persone che lavorano per togliere le macerie. Al presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani, riporterò che qui c’è una situazione disastrosa. In un momento come questo la priorità deve andare alle famiglie ed al lavoro”. Così l’europarlamentare Alessandra Mussolini, in visita a Visso, Castelraimondo e San Severino, ha commentato la situazione del post terremoto che ha voluto vedere in prima persona, accompagnata da Fabio Fiesole del coordinamento nazionale di Forza Italia, dal senatore Remigio Ceroni, dalla vicecoordinatrice regionale di Forza Italia, Barbara Cacciolari, e da Deborah Pantana, vicepresidente del consiglio comunale di Macerata. La visita è iniziata a Visso dalla zona rossa.

mussolini4-325x183

I vigili del fuoco al lavoro questa mattina a Visso

L’onorevole Mussolini, accompagnata dal sindaco Giuliano Pazzaglini, da altri consiglieri comunali e amministratori locali, è entrata in piazza proseguendo poi per le vie limitrofe, ha osservato con grande attenzione, ascoltando dalla viva voce del sindaco la difficile situazione di stallo, l’attesa delle casette, la mancata riapertura della viabilità, le grandi difficoltà in cui si trova la Perla dei Sibillini, completamente in ginocchio. “I vigili del fuoco fanno quello che possono, ma qui si sta facendo una cosa folle, si prende sasso per sasso e si cataloga, poi si firma, ecco perchè è tutto bloccato. Qui c’è stata distruzione totale, non si deve pensare al sasso, ma alle famiglie – ha proseguito Mussolini – soprattutto se non rientrano i commercianti e non riaprono le botteghe, i negozi, è tutto finito, perchè la vita abitativa c’è laddove ci sono servizi. In una situazione di distruzione come questa i sindaci dovevano avere ampi poteri, invece hanno voluto accentrare tutto. Errani parla sempre di meno, non metto in dubbio che stia lavorando, ma qui vedo che è tutto bloccato. Ad Accumoli ho visto ancora le bare con i morti, scoperchiate, che nessuno può spostare”.

mussolini7-650x366

Alessandra Mussolini parla con alcuni residenti di Visso

 

mussolini6-325x183

Macerie in piazza Martiri Vissani a Visso

L’europarlamentare è rimasta colpita dalla devastazione vista tra Visso e Pieve Torina: “Ho visto intere frazioni distrutte, lancio una proposta senza voler fare polemica, visto che per gli immigrati spendiamo un mare di soldi, li porterei qua a lavorare, così anche loro manifestano la loro solidarietà. La priorità non possono essere i monumenti, qui è tutto un monumento, ma in un disastro come questo al primo posto ci sono le famiglie ed il lavoro. Le chiese si possono riaprire con i soldi del Vaticano, tutto il resto dobbiamo farlo noi, che si preoccupassero di mettere al riparo gli sfollati della costa”. Ha detto il senatore Remigio Ceroni: “Il problema sono le poche risorse, è stato stanziato soltanto un miliardo di euro per il 2017, mentre per gli immigrati spendiamo 4,6 miliardi di euro. Se andiamo avanti così la ricostruzione durerà venticinque anni almeno. Sinora sono stati fatti quattro decreti e numerose ordinanze, ci sono troppe regole, tutto è fermo, paralizzato, bisognava dare potere e fiducia ai sindaci, che sanno agire perchè conoscono benissimo il loro territorio e le famiglie. Un altro problema è che i Comuni non ricevono i soldi che hanno anticipato per i lavori, loro e le imprese sono al collasso. La Regione è in ritardo con le casette, si è perso troppo tempo, alla gente servono risposte”.

mussolini11-650x366

Foto davanti al palazzo comunale di Castelraimondo per l’onorevole Mussolini

mussolini9-325x183

Castelraimondo, incontro istituzionale con il sindaco e l’onorevole Ceroni

La visita è poi proseguita a Castelraimondo, dove l’onorevole Mussolini è stata accolta dal sindaco Renzo Marinelli e da altri assessori e consiglieri prima nella sede comunale provvisoria, poi accompagnata in piazza della Repubblica a vedere la torre del Cassero e lo storico palazzo comunale per il quale si sta procedendo alla messa in sicurezza. “Abbiamo speso per lavori 720mila euro rendicontati e che ancora non ci sono stati rimborsati – ha detto Marinelli – se non ci arriveranno, dovremo sospendere i lavori di puntellamento che stiamo facendo. Su questo mi rivolgo alla Regione Marche che ha grosse responsabilità. Ieri sera in tv su Rai Uno era una serata per raccogliere fondi per lo sport per 133 comuni del cratere, invece si è parlato solo di Norcia, sono messaggi che fanno male, ci sentiamo abbandonati, per questo cara Alessandra Mussolini ti avevo chiesto di venire ed hai mantenuto la promessa. Nel 1997 avevamo meno bisogno ed abbiamo avuto due miliardi e mezzo di lire di donazioni, quest’anno niente. Si parla solo del terremoto di Amatrice e Norcia, c’è una completa sottovalutazione dei nostri territori, la provincia di Macerata ha avuto il 70 per cento dei danni”.

mussolini15-650x366

Foto con il sindaco Piermattei nel teatro Feronia

mussolini16-325x183

Foto in piazza del Popolo a San Severino

Ultima tappa a San Severino, dove ad accogliere l’onorevole è stata il sindaco Rosa Piermattei, attorniata da assessori e consiglieri. “Caro sindaco organizzeremo una visita a Bruxelles per incontrarci con il presidente del Parlamento europeo perché lei possa rappresentare i problemi del suo territorio e di tutti i Comuni del terremoto”, ha promesso l’europarlamentare al sindaco Piermattei. Ha spiegato il primo cittadino di San Severino: “Lei mi ha chiesto di venire perché voleva vedere la situazione in città dopo esserci sentite al telefono e volentieri ho detto sì a questa visita istituzionale per rappresentarle anzitutto la situazione della nostra comunità e di tante famiglie settempedane. Abbiamo anzitutto bisogno di capire come trovare i fondi europei per superare le tante difficoltà che questo territorio ha – ha detto ancora il sindaco Piermattei, sottolineando – Abbiamo bisogno da quarant’anni di una nuova viabilità, dobbiamo difendere un ospedale che è a servizio di tutto il territorio, dobbiamo creare posti di lavoro per far sì che i giovani restino qui e che le imprese che ci sono non chiudano. Ma in questo momento abbiamo bisogno di far capire alle autorità, anche in Europa, che come sindaci ci troviamo a gestire due Comuni: uno è l’ente che deve affrontare il terremoto e la ricostruzione, con le centinaia di sopralluoghi già effettuati e l’abbattimento già avvenuto di una quarantina di edifici, ma insieme a questo c’è anche l’ente che deve affrontare l’ordinario. Non è facile perché viviamo nel dramma del post sisma con le casette in legno già ordinate prima di Natale ma che ancora devono arrivare, con il problema dei moduli scolastici, e con tantissime altre difficoltà. Ma la nostra gente è forte e noi non ci arrendiamo di certo”. Ha concluso Fabio Fiesole: “Errani ed il governo devono subito sbloccare i fondi fermi nelle banche, farli giungere là dove servono, i Comuni sono al collasso, non ce la fanno più”. L’onorevole Alessandra Mussolini ha voluto donare dei fondi, destinati alla ricostruzione delle scuole di Visso, Castelraimondo e San Severino, in parte provenienti anche da una raccolta benefica organizzata da Fiesole nel comune laziale di Ardea.

mussolini2-650x366

Un momento della visita a Visso

mussolini5-650x366

In visita a Visso con Pazzaglini, Cacciolari e Pantana

mussolini8-650x366

L’arrivo di Alessandra Mussolini a Castelraimondo

mussolini10-650x366

Un momento della visita in piazza della Repubblica a Castelraimondo

mussolini12-650x366

Lavori di messa in sicurezza a Castelraimondo

mussolini13-650x366

San Severino incontro istituzionale con il sindaco Rosa Piermattei

mussolini14-650x366

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =