Caccia al ladro al Cuore Adriatico

CIVITANOVA - Fughe e inseguimenti al centro commerciale. Tre persone sono state bloccate dal personale della sicurezza e denunciate. Avevano tentato un furto in un negozio di abbigliamento
- caricamento letture

kiabi-negozio-cuore-adriatico

 

furto-kiabi-2-300x400

 

Inseguimento e parapiglia dopo il furto, donna lancia gli abiti in mezzo alla strada per disfarsi della refurtiva. Gli uomini della sicurezza la inseguono e bloccano due complici che avevano tentato la fuga. Sottratta merce dal negozio Kiabi all’interno del Cuore Adriatico per 163 euro. Denunciate due donne e un uomo.

Furto e fuga con inseguimento tra palas e Obi ieri pomeriggio dopo le 18 quando gli agenti  hanno fermato 3 persone. La security in borghese stava lavorando al controllo di due ragazze giovanissime, di Civitanova, fermate per aver rubato alcuni prodotti, quando gli allarmi dell’anti taccheggio del negozio che si trova al secondo piano del centro commerciale, hanno iniziato a suonare di nuovo mentre una donna si allontanava correndo. L’hanno inseguita le guardie all’interno dell’esercizio e sono riuscite a raggiungere la donna che nel frattempo aveva cercato di disfarsi della merce rubata, capi di vestiario tra cui maglie e pantaloni lanciandoli tra le auto in sosta. La ladra è stata fermata vicino al palas e invitata a seguire la guardia per l’espletamento della denuncia. Ma nel tragitto di ritorno verso gli ufficio l’agente si è accorto che le maglie e i capi che poco prima erano stati gettati durante la fuga erano stati nascosti sotto le auto parcheggiate. Autore dello stratagemma un complice che aveva approfittato del parapiglia per nascondere la merce. Un testimone infatti ha raccontato agli agenti la dinamica dei fatti e sulla base della descrizione fornita e si sono messi alla ricerca dell’uomo. Mentre lo stavano cercando, una terza donna che era insieme alla prima autrice del furto è scappata gettando a terra altri capi di vestiario. Alla fine anche l’uomo è stato intercettato vicino allo store del fai da te Obi  mentre tentava di scendere nei parcheggi sotterranei dalla scala mobile. Tutti e tre sono stati denunciati. La merce è stata riconsegnata al negozio.

furto-kiabi-3-488x650

furto-kiabi

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X