“DajeMarche” a Tolentino:
si riparte dall’e-commerce

SISMA - Riunione tra diversi commercianti, il web può salvare le loro attività. Aperti due nuovi centri di accoglienza. FInora sono oltre 1.200 le persone assistite. Lavori di messa in sicurezza anche col drone
- caricamento letture

 

Piazza della Libertà dopo il sisma del 30 ottobre

Piazza della Libertà dopo il sisma del 30 ottobre

 

“DajeMarche”, per ricominciare con l’ecommerce. A Tolentino si è svolto il primo incontro tra i commercianti locali dell’iniziativa di alcuni giovani professionisti del territorio, guidati da Paolo Isabettini, uniti per rilanciare l’economia marchigiana attraverso la costruzione di un sito ecommerce al cui interno vendere prodotti tipici locali, in vista soprattutto del Natale. “DajeMarche” è il nome dell’iniziativa nata sui social network, che è riuscita attraverso il tam tam mediatico a creare una rete di specialisti del web marketing, grafici, sviluppatori, aziende di comunicazioni, fotografi e tecnici informatici che in modo del tutto volontario hanno accettato la sfida di costruire in pochi giorni un sito che sarà online il primo possibile. «Ieri ero da solo – ha detto Paolo Isabettini – ed oggi vedere qui con me così tanta gente che ha voglia di creare qualcosa di importante per la nostra comunità, mi riempie il cuore di orgoglio. Ci stanno contattando da tutta Italia ed il nostro obiettivo è essere online entro la fine della prossima settimana per dare una speranza ai nostri commercianti e non smettere di sognare un futuro normale». I commercianti del centro per rivitalizzare il commercio hanno dato il via ad una serie di sconti. Ridotta l’area delle zone rosse nel centro storico. Per dare una mano a Tolentino si sono attivati anche i militari dell’ordine di Malta che hanno montato in tenda un posto medico avanzato per supportare il lavoro delle forze armate e del 118 in caso di calamità.

La tenda del Corpo ausiliario dell'ordine di Malta a Tolentino

La tenda dei militari dell’Ordine di Malta a Tolentino

 

Tolentino, sfollati al campo Sticchi

Tolentino, sfollati al campo Sticchi

Per quanto riguarda gli sfollati: è stata aumentata la capienza dei punti di prima accoglienza che ospitano già più di 1.200 persone. Ai sei punti che già esistevano se ne sono aggiunti altri 2 destinati a famiglie con bambini piccoli e residenti della zona Le Grazie. Uno è in piazza Ugo La Malfa (ex supermarket Dico), l’altro è nei locali “Antonio Cesaroni”. Il secondo è un punto completamente autonomo e gestito direttamente dalle persone che abitano in contrada Le Grazie. Oggi sono arrivati diversi moduli abitativi messi a disposizione dalla Protezione civile di Bolzano. E’ atteso per il tardo pomeriggio l’arrivo della colonna con i soccorsi provenienti dalla Valle d’Aosta. Riguardo alle scuole si susseguono i sopralluoghi dei tecnici abilitati del Dicomac nei diversi stabili che ospitano le scuole e le riunioni per analizzare e selezionare le scelte migliori per assicurare, quanto prima, la ripresa delle lezioni in tutta sicurezza. A Tolentino i lavori di messa in sicurezza si stanno concentrando su diversi punti. Uno è la concattedrale di San Catervo, per riaprire corso Garibaldi fino a piazza della Libertà. Un altro è il campanile della ex chiesa della Carità, eliminando una zona rossa e la collegiata di San Francesco. Per i primi due interventi vengono utilizzati anche i droni. Più complesso l’intervento di via Filelfo a cui si sta dedicando una task force che vede impegnati anche i vigili del fuoco. Sinora sono stati conclusi 200 interventi di messa in sicurezza. E’ stato attivato anche a Tolentino il sistema “Alert System” con il quale il Comune avvisa telefonicamente con messaggi vocali in caso di allerta e notizie importanti.

Le notizia di allerte del Comune vengono inviate ai residenti sul telefono fisso, mentre per riceverle sul cellulare è necessario registrarsi al sito http://registrazione.alertsystem.it/tolentino.

Numeri utili e donazioni.
Il sindaco di Tolentino ha aperto un conto corrente dedicato a chi vuole fornire aiuti: “Comune di Tolentino pro sisma” presso la Nuova Banca delle Marche – filiale di Tolentino, Iban: IT55I0605569200000000019300, c/c 19300.

Per chi deve segnalare danni o fare richieste di sopralluoghi è possibile rivolgersi o al Coc il cui ufficio è stato spostato da piazza della Libertà nella nuova sede di piazza Peramezza (ex locali Linea Casa, nelle vicinanze dell’Hotel 77) oppure compilare l’apposita domanda modello IPP scaricabile sul sito del Comune di Tolentino all’indirizzo www.comune.tolentino.mc.it che può essere inviata via mail all’indirizzo info@comune.tolentino.mc.it. L’ufficio sarà aperto oggi dalle 9 alle 14 e dalle 15 alle 17 e domenica 6 novembre dalle 9 alle 14. Per ogni informazione o chiarimento si può contattare il numero 07331960101 oppure il numero della Polizia locale 901263. Per segnalare eventuali problemi, tutte le attività economiche possono rivolgersi al Suap (Sportello unico per le attività produttive) ubicato negli uffici comunali di piazzale Europa. Per segnalazioni inerente i servizi sociali è a disposizione l’apposito Ufficio ubicato al piano terra della Palazzina ex caserma dei carabinieri in via Roma.
Gli sportelli Assm e Prometeo si sono trasferiti a Tolentino in Viale XXX Giugno n. 46 al primo piano presso la sede di AeM – Alimentazione e Movimento. Il centro AeM Alimentazione e Movimento si è invece trasferito al piano terra dello stesso palazzo sempre in viale XXX Giugno ma al civico 44.

esercito-tolentino2

esercito-tolentino



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X