facebook twitter rss

Morto il 26enne scomparso,
era in un casolare abbandonato

TREIA - Mithun Rossetti, studente dell'università di Camerino, aveva fatto perdere le tracce dopo la discoteca. Era a Porto Sant'Elpidio, impiccato con un filo dell'impianto elettrico. Per i carabinieri si tratterebbe di un suicidio. Alle 5 era stata ritrovata la sua auto. Nessun biglietto per spiegare il gesto
domenica 7 Agosto 2016 - Ore 17:52 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Il casolare dove è stato trovato il 27enne

Il casolare dove è stato trovato il 27enne

 

Mithun Rossetti

Mithun Rossetti

 

Scomparso dopo la discoteca, lo ritrovano morto a Porto Sant’Elpidio. Trascorse circa dieci ore di ricerche, Mithun Rossetti, lo studente di Camerino di origini indiane e residente a Treia con la sua famiglia, è stato trovato in un casolare abbandonato lungo la Faleriense. Era morto impiccato ad un filo dell’impianto elettrico. Per i carabinieri si tratterebbe di un suicidio anche se non sono stati trovati biglietti. Per lui non c’era più nulla da fare. Era in una zona isolata, a circa 4 chilometri di distanza rispetto a dove è stata trovata la Fiat Panda bianca con la quale era partito di casa da Treia, la sera prima, attorno alle 22. Ai familiari aveva detto che andava a ballare a Civitanova. I militari lo cercavano dalle 5 di questa mattina, a Porto Sant’Elpidio. Attorno a quell’orario infatti un giovane, che passava con il motorino, aveva notato la vettura sbandare e finire sulla rotatoria, lungo la statale Adriatica, all’altezza del campeggio Holiday. Tornato indietro aveva visto l’auto vuota, abbandonata, con le quattro frecce accese. Il veicolo era in avaria. Durante le ricerche i carabinieri sono arrivati al casolare facendo la drammatica scoperta, nel pomeriggio. Ora si indaga sui motivi che hanno portato il 26enne a compiere il gesto estremo. Controllato il suo computer non c’era nulla che lasciasse pensare alla volontà di farla finita. Unico elemento l’incidente alla rotatoria, mentre era al volante dell’auto del padre. Rossetti era prossimo a laurearsi, in Informatica, all’università di Camerino. Ad ottobre doveva discutere la tesi. Il corpo è sotto sequestro, a disposizione della magistratura di Fermo. Disposta l’autopsia che servirà anche a verificare se il 26enne aveva assunto droghe e alcol nelle ultime ore.

(Servizio aggiornato alle 20)

La rotatoria dove è finito il 27enne con la Fiat Panda

La rotatoria dove è finito il 27enne con la Fiat Panda



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X