Dichiarazione choc a La Zanzara:
“Ho messo polpette avvelenate
al dog park”

CIVITANOVA - Un uomo ha telefonato in diretta alla nota trasmissione di Radio 24 confessando di aver messo esche avvelenate con del topicida nella nuova area cani e di aver ucciso almeno due o tre animali. Mitomane o verità?
- caricamento letture
Il dog park

Il dog park

 

di Laura Boccanera

«Ho preso il veleno per i topi, l’ho comprato in ferramenta e c’ho fatto le polpette». E’ caccia all’ascoltatore della trasmissione di Radio24 che in diretta stasera ha confessato di odiare i cani che sotto il suo appartamento lasciano deiazioni di ogni tipo e di aver buttato polpette avvelenate all’interno del nuovissimo dog park da poco inaugurato dal comune. Sdegno e choc in città per le dichiarazioni dell’uomo che ha detto di chiamarsi Gabriele e di abitare a Civitanova. Non si sa ancora se le dichiarazioni, terribili se vere, abbiano un fondamento di verità o se siano solo le farneticazioni malate di una persona disturbata. L’uomo, quasi con candore, ha ammesso di essersi vendicato di tutti quei cani che hanno lasciato ricordini spiacevoli sotto casa e di aver messo un cartello invitando i padroni degli animali a frequentare il dog park dove aveva piazzato esche avvelenate con topicida. La telefonata, attorno alle 20 in diretta, è iniziata con il civitanovese che ha cominciato ad insultare il co conduttore David Parenzo e poi ha preso a raccontare: «Sentivo parlare di animali, ci sono dei cani che ogni giorno vengono a fare pipì e altro, io sono al piano terra, quelli passano e fanno quello che fanno. E io che cosa ho fatto visto che non bastano più le parole? Il comune ha fatto un dog park con gli scivoli e i giochi per gli animali e io ho messo un cartello e ho invitato i proprietari dei cani a far fare le loro cose nel dog park e lì c’ho buttato le polpette».

giuseppe-cruciani-la-zanzara-efe-bal

Giuseppe Cruciani conduttore de La Zanzara su Radio24

Scandalizzati e un pò scettici anche i conduttori, tanto che Giuseppe Cruciani incalza: “come mai questa processione di cani sotto casa sua?” – e poi ancora – “Ma allora hai ammazzato un pò di cani?” E il civitanovese: “e chi se ne frega, più vengono e più metto polpette al dog park”. L’uomo ipotizza di aver ucciso due o tre cani e di aver utilizzato il veleno per grossi topi preso in ferramenta.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X