La ricetta di Forza Italia per la sicurezza

TOLENTINO - Tra le proposte dei forzisti affiancare alle forze dell'ordine la vigilanza privata, dotarsi di una app per segnalare sia illeciti che situazioni sospette e stipulare una polizza assicurativa collettiva
- caricamento letture
Il coordinatore Forza Italia di Tolentino, Roberto Lombardelli

Il coordinatore Forza Italia di Tolentino, Roberto Lombardelli

Forza Italia a Tolentino avanza nuove proposte per migliorare la percezione e la sicurezza dei cittadini, dopo l’escalation di furti dell’ultimo periodo. Vigilanza ma anche una app per smartphone in grado di segnalare eventi sospetti e una polizza assicurativa collettiva per ridurre i danni materiali. «L’escalation di furti e rapine registrate negli ultimi mesi nel territorio Tolentinate, destano sempre più preoccupazione e allarme sociale nella popolazione che non si sente più sicura nemmeno nella propria abitazione. In questo contesto, il Comune, avendo competenze dirette in materia di sicurezza,   deve poter aumentare il proprio contributo per il controllo e la vigilanza   del territorio. La sicurezza è divenuta una priorità – si legge nella nota diffusa da Forza Italia di Tolentino – Contenti che finalmente l’assessore alla sicurezza abbia recepito le istanze dei tanti Tolentinati preoccupati da quanto sta accadendo, e sia intervenuto sulla problematica. Tuttavia, l’iniziativa del “Controllo del vicinato” facendo rete tra i cittadini non basta, ma a nostro giudizio serve anche altro. Da qui le nostre proposte in aiuto alle forze dell’ordine e ai cittadini stessi che speriamo siano recepite anche in sede di bilancio con appositi fondi ulteriori nei capitoli interessati».

(Foto d'archivio)

(Foto d’archivio)

La ricetta forzista del coordinamento di Tolentino, si basa su tre parole d’ordine: investire, partecipare ed educare, «per cercare di dare risposte ad un fenomeno oramai dilagante, perché mai come ora servono concretezza e determinazione – prosegue la nota – Raccogliamo quotidianamente la preoccupazione da parte dei commercianti tolentinati che nel momento di chiusura delle proprie attività non si sentono più sicuri e chiedono proprio in quegli orari, una maggior copertura del territorio da parte delle forze dell’ordine. I cittadini che abitano nelle contrade, nelle frazioni e nelle aree di campagna si sentono sempre meno protetti e più soggetti a furti proprio a causa del loro isolamento e reclamano impauriti più controllo del territorio extraurbano. Siamo pienamente coscienti del fatto che l’organico della compagnia di Tolentino stia lavorando oltre le proprie forze ed è per questo motivo che Forza Italia avanza alcune proposte: controllo da parte della polizia municipale sulle locazioni ed i comodati, e sulle case popolari verificando le effettive residenze. Secondo punto: reperimento dei fondi necessari per stringere accordi con la vigilanza privata in modo che affianchi le forze dell’ordine. Come già sperimentato da altri Comuni, gli istituti di vigilanza sono una grande risorsa non solo per i privati ma anche per la cittadinanza, perché’ si tratta di personale addestrato, qualificato e che gira sul territorio di notte. Possono essere quindi tante sentinelle che, raccordate con le forze dell’ordine, possono dare un aiuto in più da affiancare e supportare l’attività delle locali forze dell’ordine soprattutto nelle ore notturne. Un aiuto che per Forza Italia potrebbe arrivare anche dalla tecnologia. I forzisti di Tolentino propongono di «dotare la polizia municipale di un’applicazione per smartphone che permetterà agli utenti e quindi ai cittadini, di segnalare un problema in tempo reale al comando, selezionando sulla mappa l’esatta posizione dell’evento, mandando foto e note e quindi una segnalazione più precisa e tempestiva. Forza Italia propone inoltre – conclude la nota – l’istituzione di una polizza assicurativa collettiva, come già fatto da altre amministrazioni del Nord Est e del Centro Italia. Grazie a tali polizze assicurative le vittime di tali eventi potrebbero infatti ricevere tempestiva assistenza nel riparare i danni subiti limitando le conseguenze materiali delle violenze subite. Il sistema è semplice, a costi zero per il Comune, che sarebbe solo un intermediario con i broker o le assicurazioni per sottoscrivere i contratti con nuclei familiari ad un prezzo convenzionato». Forza Italia sottolinea come «l’iniziativa deve essere ritenuta complementare e non sostitutiva dell’azione preventiva e repressiva delle forze dell’ordine che agiscono sul territorio comunale la cui azione deve continuare ad essere sostenuta con forza. L’iniziativa è quindi solo una forma di tutela aggiuntiva e reale sul patrimonio, avuto riguardo al fatto che molti cittadini non possono permettersi una polizza individuale contro tali azioni criminali».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X