Bohéme al debutto, sul tappeto rosso
torna l’ambasciatore d’Israele

MACERATA OPERA - Naor Gilon allo Sferisterio per il terzo anno consecutivo. L'ingresso in Arena - blindata dalle forze dell'ordine - con il nunzio apostolico per la Spagna, Renzo Fratini e il sindaco Romano Carancini. Sul red carpet anche l'attore Cesare Bocci, il nuovo prefetto, il questore, molti politici e industriali. Evita i fotografi il direttore artistico Francesco Micheli che ha portato i suoi ospiti Carlo Fuortes (sovrintendente del teatro dell'Opera di Roma) e Massimo Zenobi (direttore marketing del Sistina) direttamente nel palchetto riservato. (FOTO)
- caricamento letture
prima di boheme sferisterio opera festival foto ap 22

Lo Sferisterio stasera durante la prima della Bohème

 

prima di boheme sferisterio opera festival foto ap 6

Monsignor Renzo Fratini, l’ambasciatore d’Israele Naor Gilon e il sindaco Romano Carancini

 

di Claudio Ricci

(foto di Andrea Petinari)

Dopo le prime di Rigoletto e Cavalleria Rusticana-Pagliacci si è srotolato ancora una volta questa sera, per il debutto della Bohème il tappeto rosso dello Sferisterio. La prima dell’opera pucciniana rivisitata in versione sessantottina dal regista Leo Muscato, (che nel 2012 fece il pieno di applausi proprio a Macerata) è una ghiotta occasione per gli affamati di gossip. Hanno aperto le danze del jet set le autorità. Ormai affezionato all’opera maceratese è tornato allo Sferisterio per il terzo anno consecutivo Naor Gilon, ambasciatore d’Israele in Italia. Con lui, come sempre, la moglie e la figlia. Intorno alla famiglia diplomatica un necessario spiegamento di forze, all’opera già da oggi pomeriggio per mettere in sicurezza l’area intorno all’arena. Tombini chiusi, pattumiere sigillate e cani antiesplosivo per evitare ogni tipo di rischio. L’ambasciatore si intrattiene sul red carpet con l’altro grande atteso della serata, Monsignor Renzo Fratini, nunzio apostolico per la Spagna e il Principato di Andorra, originario di Urbisaglia. Il sindaco Romano Carancini fa da padrone di casa e scambia con i due ospiti, con cui condivide l’ingresso in arena, una breve ed istituzionale conversazione, illuminata da una raffica di flash.

prima di boheme sferisterio opera festival foto ap 13

L’attore Cesare Bocci con la compagna Daniela e il presidente della Provincia Antonio Pettinari

 

prima di boheme sferisterio opera festival foto ap 8

Il prefetto Roberta Preziotti e il questore Leucio Porto

Seguono il questore Leucio Porto, il neo nominato prefetto Roberta Preziotti, il senatore e vice presidente della Commissione di Vigilanza della Rai Francesco Verducci, l’assessore regionale Angelo Sciapichetti. Il presidente della Provincia Antonio Pettinari, arriva accompagnato dall’attore Cesare Bocci (anche lui un affezionato di Macerata e dello Sferisterio) e dalla compagna Daniela. «Ho perso la Bohème l’anno scorso – ha detto Bocci – e non potevo lasciarmi scappare anche questa occasione. Conosco l’allestimento di Muscato anche se non ho mai visto la sua Bohéme e sono molto curioso. Dovevamo ripartire ieri da qui ma ci siamo trattenuti qualche giorno in più proprio per vedere quest’opera». Il direttore artistico Francesco Micheli ha dribblato invece fotografi e giornalisti portando i suoi ospiti d’eccezione Carlo Fuortes sovrintendente del teatro dell’Opera di Roma, e Massimo Zenobi direttore marketing del Sistina di Roma direttamente nel palchetto riservato.

prima di boheme sferisterio opera festival foto ap 2

Camilla Console, Susanna Mosca e Federica Nardi, pubblico giovane della Bohème

Nel frattempo all’ingresso principale continuava il defilé di industriali, politici, belle donne e molti giovani. Annarita Pilotti, lady Loriblu e il presidente di Assocalzaturifici con la figlia Claudia, il direttore d’orchestra e assessore di Matelica Cinzia Pennesi, il conduttore Rai Paolo Notari, Mister Corridomnia Alfio Caccamo con famiglia, amici e collaboratori, l’architetto Mario Montalboddi, gli imprenditori Germano Ercoli, proprietario di Eurosuole e signora, Massimiliano Guzzini vice presidente del gruppo IGuzzini e non da ultimo il main sponsor della stagione lirica Giovanni Fabiani.

«Per me è la prima Bohème – confida Susanna Mosca, insegnante di Macerata – ho visto il Rigoletto all’anteprima e mi è piaciuto quindi torno volentieri a scoprire questa regia di cui mi hanno parlato molto bene». «La Bohème è la mia preferita – rivela invece Camilla Console, fermana, studentessa al Conservatorio di Musica Barocca – è la terza volta che assisto all’opera di Puccini. La prima fu proprio qui a Macerata nel 2012, quando ne rimasi positivamente colpita». Entusiasta il commento di Federica Nardi, musicista, anche lei maceratese che alla fine del primo atto si sbilancia: «Questa Bohème è bella colorata e Musetta è strepitosa. Viva l’amore!».

(Domani la recensione della Bohème a cura di Maria Stefania Gelsomini)

prima di boheme sferisterio opera festival foto ap 20

L’assessore regionale Angelo Sciapichetti con l’architetto Mario Montalboddi

prima di boheme sferisterio opera festival foto ap 12

Cesare Bocci

prima di boheme sferisterio opera festival foto ap 19

Bellezze all’Opera

prima di boheme sferisterio opera festival foto ap 4

Il direttore d’orchestra e assessore matelicese Cinzia Pennesi

prima di boheme sferisterio opera festival foto ap 5

Il questore Leucio Porto

prima di boheme sferisterio opera festival foto ap 3

Annarita Pilotti, ad di Loriblu e presidente di Assocalzaturifici

prima di boheme sferisterio opera festival foto ap 21

Il senatore Francesco Verducci

prima di boheme sferisterio opera festival foto ap 11

Al centro Germano Ercoli con la moglie

prima di boheme sferisterio opera festival foto ap 7

prima di boheme sferisterio opera festival foto ap 15

Al centro Alfio Caccamo con la moglie e alcuni collaboratori

prima di boheme sferisterio opera festival foto ap 17

il conduttore Rai Paolo Notari e Massimiliano Guzzini

prima di boheme sferisterio opera festival foto ap 16

prima di boheme sferisterio opera festival foto ap 23

 

 

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X