“Bilancio, consiglieri esclusi”
La denuncia del centrodestra

CIVITANOVA - A farsi portavoce del malcontento verso l'amministrazione è il consigliere di Insieme per Civitanova Claudio Morresi che contesta il fatto che a pochi giorni dalla scadenza per la presentazione del rendiconto 2014 ai consiglieri non siano stati consegnati ancora i documenti per poter visionare il bilancio
- caricamento letture
I consiglieri Corallini e Morresi

I consiglieri Corallini e Morresi

«Opposizione esclusa da ogni decisione, sul bilancio come sulle partecipate». Il centrodestra sbotta e stavolta a farsi portavoce del malcontento verso l’amministrazione è il consigliere di Insieme per Civitanova Claudio Morresi che contesta il fatto che a pochi giorni dalla scadenza per la presentazione del rendiconto 2014 ai consiglieri non siano stati consegnati ancora i documenti per poter visionare il bilancio. Ma non è tutto: «Da tre anni la commissione bilancio non viene convocata – continua Morresi – è stata eletta anche Roberta Rutili, ma nulla è cambiato, che fine ha fatto inoltre la proposta di portare il bilancio nelle riunioni di quartiere e tante altre belle idee che sono state oggetto della campagna elettorale ma che sono rimaste sulla carta? Eppure la trasparenza e il rispetto dei tempi era un loro cavallo di battaglia». Dello stesso avviso anche Giovanni Corallini della lista di centrodestra Libera: «I tagli da parte dello stato si dovevano prevedere. Non si può pensare di vendere le partecipate per fare cassa oggi in modo tale che l’assessore al bilancio può spendere per gli eventi estivi e invernali. Sulle ipotesi in merito alle partecipate siamo aperti a qualunque discussione, ma nessuno ci informa e tutto quello che sappiamo è perché ne veniamo a conoscenza tramite i mezzi di informazione. La spregiudicatezza nella vendita delle partecipate non è la strada vincente ».

(l.b.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X