Cingoli scalda i muscoli
in difesa dell’ospedale
Saltamartini: “Ora le risposte”

Dibattito acceso domani in Regione. Il sindaco convoca la stampa. Contraddittorio, con data da fissare, tra la commissione sanità e l'amministrazione comunale del Balcone delle Marche. Arrivano i rinforzi da San Vicino
- caricamento letture
Il sindaco Filippo Saltamartini protesta sotto la Regione ad Ancona

Il sindaco Filippo Saltamartini protesta sotto la Regione ad Ancona

Non si ferma la protesta del sindaco di Cingoli Filippo Saltamartini a sostegno dei servizi dell’ospedale locale. Per domani ha convocato una conferenza stampa nella sala del Consiglio regionale (ore 12). In calendario (data da definire) c’è anche la commissione sanità che affronterà in contraddittorio l’amministrazione cingolana. Si annuncia un acceso dibattito. «Sembra che riusciremo ad avere alcune delle risposte che aspettiamo da molto tempo – dice il sindaco – inoltre le disposizioni regionali confermano il fatto che dobbiamo avere un medico a Cingoli sempre presente sull’ambulanza. Per questo in caso di mancata intesa credo che potremmo rivolgerci anche alla magistratura penale per identificare le responsabilità». Dopo il sit-in della scorsa settimana (leggi l’articolo) il primo cittadino, con il sostegno di tutta la cittadinanza e di gran parte delle forze politiche, ha convocato la giunta all’interno del camper presidio (alle 9,30 di ogni martedì) parcheggiato davanti alla Regione, divenuto da qualche settimana il suo ufficio personale da cui continua a svolgere le sue mansioni. Da lì ieri ha inoltrato l’ordinanza che ha voluto la chiusura di tutte le scuole cingolane a causa del ghiaccio e della spessa coltre di neve che si è abbattuta sul Balcone delle Marche. «Si accentua l’urgenza di risolvere il grave problema della mancanza del medico sull’ambulanza del pronto soccorso dell’ospedale – ha commentato Filippo Saltamartini – poiché in queste condizioni diventa davvero difficile far giungere un sanitario con l’auto medica da Jesi. Se le strade dovessero risultare bloccate sarebbe un disastro». Sotto la Regione è prevista anche la presenza di altri Comuni e amministrazioni della zona montana del San Vicino con i rispettivi blasoni municipali.

(M. Rib.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X