Sicurezza, bilancio positivo
Corvatta: “Ma non abbassiamo la guardia”

CIVITANOVA - Il primo cittadino sottolinea come grazie ad una massiccia attività investigativa e ai numerosi tavoli con forze dell'ordine e Prefettura la situazione complessiva sia cambiata nei primi mesi del 2015
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Il sindaco di Civitanova, Tommaso Corvatta

Il sindaco di Civitanova, Tommaso Corvatta

di Laura Boccanera

«Sicurezza, segnali positivi». Il sindaco di Civitanova Tommaso Claudio Corvatta traccia il bilancio su uno dei problemi più discussi dai cittadini, quello della sicurezza. Il primo cittadino sottolinea come grazie ad una massiccia attività investigativa e ai numerosi tavoli con forze dell’ordine e Prefettura la situazione complessiva sia cambiata in questo primo mese del 2015. Nell’ultimo trimestre dell’anno precedente infatti c’era stata un’escalation di episodi criminosi, per lo più piccoli furti, soprattutto ai danni di bar ed esercizi commerciali, attuati tutti con modalità molto simili. Una banda che stava spaventando la cittadinanza e minacciando la sicurezza. Corvatta ringrazia le forze dell’ordine e garantisce che l’attenzione rimarrà alta. «Credo sia giusto rimarcare l’impegno delle forze dell’ordine nelle ultime settimane sotto il profilo della sicurezza pubblica – spiega Corvatta –  A dicembre si è svolto un tavolo tecnico con il prefetto di Macerata, nel quale ho pregato una particolare attenzione al nostro territorio visti i ripetuti e continui episodi di criminalità avvenuti negli ultimi mesi del 2014. L’attenzione posta dalla Prefettura, dai carabinieri e dal commissariato di polizia ha prodotto in questo primo scorcio di 2015 risultati concreti, arresti e denunce per reati contro il patrimonio, traffico di droga ed altri crimini di cui prendiamo atto con soddisfazione. Si sta concretizzando il frutto dell’attività investigativa e di più massiccio presidio del territorio che auspicava l’amministrazione comunale, e in cui speravano i civitanovesi. Questi segnali positivi non devono certo indurci ad abbassare la guardia, le attività criminose ci sono, come testimoniano proprio gli interventi effettuati di recente, ed è impensabile che vengano azzerate. Possiamo e dobbiamo guardare però con fiducia agli incoraggianti segnali delle ultime settimane».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X