Furti in serie a Civitanova,
presi di mira due bar e un ristorante

Colpito il "Caffè del Viale" e una caffetteria a San Marone. Fallito il tentato furto "Da Mollica". Le telecamere hanno ripreso i due uomini con cappuccio e sciarpa che coprivano il volto. Intanto torna il ladro in Comune, rubato portafoglio ad una assistente sociale
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Il caffè del Viale preso di mira dai ladri. In 50 secondi la spaccata e il furto

Il caffè del Viale preso di mira dai ladri. In 50 secondi la spaccata e il furto

di Laura Boccanera

Spaccano la vetrata e rubano la cassa, poi vanno in un altro bar e portano via un’ingente somma di denaro. Furti in serie nella notte ai danni di pubblici esercizi. Preso di mira anche un ristorante dove il colpo è fallito. Per i titolari delle attività coinvolte cresce l’insicurezza percepita. Questa notte si è consumato quasi un porta a porta del furto. Tutto è cominciato attorno alle 2.45 quando in meno di 50 secondi due uomini si sono introdotti all’interno del “Caffè del Viale” in viale Matteotti. Le telecamere hanno ripreso i due uomini con cappuccio e sciarpa che coprivano il volto. Uno è rimasto fuori, l’altro è entrato in meno di un minuto ha sfondato la finestra a vetro e portando via il cassettino caffè del viale (2)del registratore di cassa. Un centinaio di euro l’importo, molto più cospicuo il danno considerando anche che il gestore dovrà rimanere aperto a causa del vetro spaccato. Dopo aver trafugato la cassa i ladri hanno girato in via Pola e lì hanno abbandonato il cassettino. Non contenti si sono diretti anche al ristorante La Mollica che si trova lì di fronte e hanno tentato di forzare la porta che però non si è aperta. A quel punto, forse gli stessi autori hanno puntato a San Marone dove in via Dante Alighieri si sono introdotti nel bar a fianco della farmacia comunale e una volta dentro hanno trafugato la cassa e scassinato le slot machine. Ingente il bottino ma ancora da quantificare.

E nella giornata odierna non è mancato neanche un furto in Comune. Dopo il portavoce del sindaco e l’addetta stampa a finire nel mirino del “topo di palazzo” è stata una dipendente dei servizi sociali. L’autore del furto ha rubato il portafogli con contanti e documenti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X