La nuova Rsa “Santa Maria in Chienti” è operativa

MONTECOSARO - La struttura gestita dal Santo Stefano Riabilitazione, inaugurata ufficialmente a maggio,  ha aperto i battenti ai degenti e ai loro familiari.  Don Lauro: “Il territorio ha bisogno di strutture così per i nostri anziani”. Brizioli, l’amministratore delegato del Gruppo: “Garantiamo l’alto livello e la specializzazione dei servizi erogati con particolare attenzione alle problematiche legate all’Alzheimer e alle demenze senili”
- caricamento letture
_V3A6739-LEGGERA

Lo staff della Rsa

E’ entrata nella fase operativa, iniziando a offrire ospitalità ed assistenza ad anziani semiautosufficienti e non autosufficienti, la nuovissima Residenza Sanitaria per Anziani “Santa Maria in Chienti”, in contrada Cavallino, a Montecosaro Scalo, gestita dal Santo Stefano Riabilitazione. Nella struttura nei giorni scorsi si è tenuta una celebrazione eucaristica, officiata dal parroco di Montecosaro Scalo don Lauro Marinelli, con la benedizione della cappellina interna, il tabernacolo e la statua della Vergine. “C’è forte bisogno – ha detto don Lauro – di strutture come questa che offrono conforto agli anziani del territorio, consentendo loro di trascorrere bene la propria anzianità, assistiti di tutto punto, con competenza e professionalità”. Alla cerimonia erano presenti gli ospiti della struttura, i loro familiari e il sindaco di Montecosaro Reano Malaisi, oltre ai vertici del Santo Stefano e al personale della nuova struttura, inaugurata ufficialmente lo sorso 20 maggio e diretta dalla dott.ssa Monica Pennesi.

DSC_0014-cappellina-LEGGERA

La benedizione della cappellina

L’Rsa “Santa Maria in Chienti” ha un’ala dedicata alla gestione delle demenze e, in particola modo, dell’Alzheimer. Verranno effettuati anche ricoveri in convenzione. Tra i punti di forza e qualificanti della nuova struttura risalta l’elevato confort dei locali a carattere logistico-alberghiero. “Questa nostra nuova struttura – dice l’amministratore delegato del Gruppo Santo Stefano Enrico Brizioli – offre una proposta assolutamente nuova in termini assistenziali e non ancora presente nel territorio di riferimento. Essa garantisce l’alto livello e la specializzazione dei servizi erogati con particolare attenzione alle problematiche legate all’Alzheimer e alle demenze senili. Intendiamo sempre più creare servizi sul territorio, in stretta collaborazione con la Regione Marche”. “Una proposta assistenziale – continua la direttrice Monica Pennesi – che si rivolge alle famiglie con persone fragili, anziani e disabili, offrendo loro un luogo dove il proprio caro potrà trascorrere il periodo necessario alle cure in un ambiente dove troverà calore umano e clima familiare”.

DSC_0028-Brizioli-Malaisi-Pennesi-Ferraresi-LEGGERA

DSC_0011--primi-piani-Monica-Ferraresi-LEGGERA

DSC_0007-platea-frontale-LEGGERA

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X