Civitanovese, parola
al patron Patitucci
“Vorrei più calore dalla città”

L'INTERVISTA - Il numero uno rossoblu: "A dicembre rinforzeremo la rosa perchè vogliamo arrivare in alto"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
La Civitanovese respira aria d'alta classifica

La Civitanovese respira aria d’alta classifica

di Maikol Di Stefano

La Civitanovese sorprende in campo, ma la risposta fuori lascia a desiderare. Questo in sintesi, il messaggio del presidente Luciano Patitucci. Nella classica conferenza stampa del mercoledì, ai microfoni dei giornalisti si presenta il numero uno della società di Campo dei Martiri. “I miei complimenti vanno a Bresciani e Muscariello – queste le parole del Presidente della Civitanovese – loro hanno costruito una squadra importante. Giorno dopo giorno, mi sto rendendo conto che la società ha sofferto nelle passate gestioni; non portando avanti i progetti che magari chi era all’epoca era a capo, aveva paventato. Mi spiace per la situazione che si sta creando in città. Alcuni fornitori e creditori, non nostri, ma di chi ci ha preceduto, pur se noi stiamo iniziando a saldare i debiti non ci stanno aiutando. Siamo arrivati e come prima cosa abbiamo pensato a mettere a posto tante cose del passato, ma senza tralasciare il presente. Abbiamo inaugurato una nuova sede, ma nonostante tutto ciò c’è gente in città che ci tratta come se non ci volesse. Mi viene da pensare, che alcuni abbiano fastidio nel vederci qui a Civitanova. Detto ciò, il nostro rapporto con la tifoseria è ottima. Sicuramente, nonostante gli incassi mancati, noi siamo stati con loro e questo gruppo, ci sembra l’unico vicino alla Civitanovese”.

Il presidente della Civitanovese Luciano Patitucci

Il presidente della Civitanovese Luciano Patitucci

E’ un Luciano Patitucci dolceamaro quello che parla. E’ vero, i rossoblu sotto il livello sportivo stanno stupendo tutti. Ad inizio stagione in pochi avrebbero scommesso di vederli così in alto, ma il Polisportivo la domenica resta ancora semivuoto. Se da una parte c’è la soddisfazione per la curva di nuovo unita, dall’altra c’è delusione nel vedere una piazza così fredda nei confronti della nuova proprietà. “Fino ad oggi i signori civitanovesi, si sono lamentati della situazione dissestata e priva di risultati. I fornitori che attendono da anni, dovrebbero stare più vicini a chi venendo da fuori si è assunto il peso di passate proprietà, saldando persino i loro debiti. – Continua Patitucci – La tifoseria, esclusi i gruppi organizzati, ci piacerebbe vederla più vicina alla squadra. Sarebbe per noi piacevole, trovarli sulle tribune con la famiglia a sostenere la squadra. Tutto questo però non cambia i nostri programmi, ma sicuramente li rallenta pur non cambiando la determinazione nostra”. Il presidente rossoblu spiega poi, come il discorso sull’area che si respiri in città, ad oggi sia solo una sensazione personale: “Questa su l’ostracismo della città, nei nostri confronti, oggi è solo una mia sensazione, sicuramente poi non sarà così. Mi è venuto da pensare che la piazza non ci volesse, ma non ne capirei il perché, dato che siamo venuti qui per sistemare una situazione al quanto critica. Noi oggi abbiamo saldato più del 50% dei fornitori non nostri, più il rimborso del secondo mese”. Oggi i rossoblu hanno il diritto di sognare, se non la vittoria del campionato, almeno di lottare per il titolo fino alla fine. Poi se dovesse accadere di trovarsi a maggio con un piede in Serie C, quale sarebbe il futuro della Civitanovese? Il pensiero di tifosi e non solo, è il rischio che dalla società venga l’ordine di “frenare”. “Poterle dire oggi se noi freniamo, non è possibile perché non è nella nostra indole. – Afferma euforico il presidente – Vedremo di cosa si tratterà, perché va ricordato che noi siamo totalmente neofiti del mondo calcio; questo è il nostro primo anno. Siamo sicuri che lo staff da noi costruito con il DG Bresciani e tutti gli altri, siano adatti a categorie superiori”.
Il futuro sportivo, si rilega inevitabilmente a quello amministrativo e finanziario. Patitucci, che già aveva prospettato la possibilità di una futura SPA qualche mese fa; ritorna sull’argomento. “Noi abbiamo intenzione non solo di sanare la parte finanziare e amministrativa, ma ci auguriamo che qualche imprenditore locale a risanamento compiuto, con i risultati che vengono, possa entrare. Stiamo valutando di modificare l’assetto, creando una società ad azionariato diffuso. Situazione più unica che rara, in una categoria come quella di Serie D”.

Il presidente Patitucci parla durante la conferenza stampa

Il presidente Patitucci parla durante la conferenza stampa

Nel presente intanto, sicuramente c’è una Civitanovese che sta bene e che rincorre la Maceratese in testa al girone. “Gli elementi per fare bene ci sono tutti, – prosegue sorridente Patitucci – sui risultati posso solo far ricordare, come la sfortuna avuta a Pesaro o Chieti, non ci permetta oggi di essere in testa alla classifica”. In casa rossoblu però si parla già di mercato. Alcune voci, hanno paventato un futuro lontano da Civitanova per alcuni elementi fondamentali della rosa come il capitano Amodeo. “Ho ascoltato voci di mercato, alcune società sono interessate ai nostri calciatori, ma noi stiamo bene con loro, sono nostri tesserati e sicuramente al massimo saremo noi stessi a rafforzarci sul mercato. – Le parole del presidente – Abbiamo dei giovani di grande talento, un nome su tutto Bensaja, il quale potrebbe in futuro vestire le maglie di società più blasonate, in un campionato come quello di Serie B. Se temo che qualcuno possa andare via? Stiamo facendo le cose prima del tempo, ci siamo ritrovati diverse sorprese che comunque continuiamo ad affrontare. Non temo la perdita dei nostri giocatori a dicembre, perché non vedo nell’elenco delle squadre intorno alle nostra, che possano far loro offerte così superiori alle nostre Sull’argomento, in chiusura, interviene a gamba tesa il DG Bresciani; il quale non si nasconde dietro alcuna maschera: “Prima che vada via un giocatore fondamentale per noi, vado via io. Per dicembre, stiamo valutando l’arrivo di due rinforzi di alto livello, quindi per quest’anno il capoluogo può attendere. Attualmente per noi sono tutti incedibili”.

Foto di Ciro Lazzarini



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X