Venturi ricoverato dopo la carica a Roma
Taddei: “E’ un fatto gravissimo”

SCONTRI - Il dirigente è stato gettato a terra dalle forze dell'ordine durante la manifestazione della Ast. Il segretario provinciale Cgil: “Coinvolto un uomo moderato, non certo un facinoroso”
- caricamento letture
Il sindacalista Gianni Venturi a terra dopo aver ricevuto diversi colpi di manganello durante una carica della polizia nella manifestazione a Roma

Il sindacalista Gianni Venturi a terra dopo aver ricevuto diversi colpi di manganello durante una carica della polizia nella manifestazione a Roma

Gianni Venturi

Gianni Venturi

di Marco Ricci

Doveva essere dimesso nel tardo pomeriggio ma i medici del Policlinico Umberto I di Roma lo hanno trattenuto in ospedale ancora per un giorno. Sta meglio nonostante il trauma cranico riportato Gianni Venturi, il dirigente della Fiom responsabile nazionale del settore siderurgia, rimasto ferito a Roma, all’altezza dell’ambasciata tedesca, dopo la carica della polizia che ha coinvolto i lavoratori della Ast di Terni. Venturi ieri era stato ricoverato in ospedale per accertamenti preoccupando le Marche dove è stato segretario regionale della Cgil fino al 2012. Caduto in terra nello scontro con le forze dell’ordine ,  come emerge dal video pubblicato su youreporter (visibile qui sotto), per il sindacalista si è reso necessario un successivo ricovero. Dopo gli accertamenti del caso e una notte di osservazione il bollettino medico parla di un trauma cranico e lesioni non gravi. La notizia del ferimento del sindacalista, nato in provincia di Pesaro, ha suscitato forte emozione sia tra i lavoratori che tra i sindacalisti marchigiani e maceratesi, con un tam-tam di messaggi e telefonate partito fin dal pomeriggio di ieri. «Quello che è accaduto è un fatto gravissimo in sé al di là che ad essere ferito sia stato un dirigente della Fiom piuttosto che un qualsiasi lavoratore di un’acciaieria – commenta Daniel Taddei, segretario provinciale della Cgil – E’ comunque emblematico che la carica delle forze dell’ordine abbia coinvolto un uomo moderato, non certo un facinoroso». Taddei, dopo aver ricordato come l’ex segretario regionale abbia in passato gestito situazioni anche molto delicate e ad alta tensione, ha concluso come questo cancelli «qualsiasi possibilità di alibi”» per le forze dell’ordine. «Invito tutti a vedere il filmato dove chiaramente traspare come Venturi sia stato ripetutamente colpito una volta caduto in terra». Gli scontri di ieri a Roma sono avvenuti durante il corteo dei siderurgici di Terni accompagnato, oltre che da Venturi, anche segretario nazionale della Fiom, Landini. Il ferimento di alcuni partecipanti ha avuto un’enorme eco nel paese, in particolare dopo le frizioni che si sono aperte negli ultimi giorni tra la Cgil e il Partito Democratico, con i due appuntamenti di sabato scorso – la Leopolda e la manifestazione del sindacato a Roma – che hanno reso ancora più evidente la spaccatura in atto tra il Pd renziano e la principale organizzazione dei lavoratori.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X