Furto da 10mila euro e ricettazione,
denunciata un’intera famiglia

TOLENTINO - I carabinieri dopo una serie di indagini hanno individuato tre donne (due sorelle e la figlia di una di loro) ritenute autrici di un colpo compiuto al negozio "Sole e luna". Nella loro casa rinvenuti 35mila euro e un cellulare sottratto ad un portorecanatese
- caricamento letture
Il materiale rinvenuto

Il materiale rinvenuto

di Marco Cencioni

Sequestrati 35mila euro in contanti e denunciata un’intera famiglia rom, a vario titolo, per furto e ricettazione. E’ questo il risultato di un’indagine durata poco meno di un mese e condotta dai carabinieri del Nucleo operativo di Tolentino. I militari hanno recuperato questa mattina l’ingente somma dopo aver perquisito l’abitazione della famiglia, italiana, a Sant’Elpidio a Mare. Tutto nasce da un furto avvenuto il 18 settembre al negozio “Sole Luna” di Tolentino, che si trova nella zona industriale in contrada Cisterna. In quella occasione venne sottratto ai proprietari dell’attività, durante l’orario di apertura, l’incasso di alcuni giorni di lavoro e cioè circa 10mila euro in contanti conservati all’interno di una borsa. Intervenuti sul posto in seguito alla denuncia dei titolari cinesi del negozio, i carabinieri hanno visionato le immagini delle telecamere a circuito chiuso, individuando il momento preciso nel quale tre donne, con estrema destrezza, riuscivano a portare via la borsa nascosta dietro il bancone. I militari hanno subito riconosciuto le  ladre, visto che avevano precedenti per furto e che per alcuni anni avevano vissuto in un comune del circondario, ma nell’immediato non sono potuti intervenire perché le tre – due sorelle e la figlia di una di queste – avevano fatto perdere le loro tracce. Dopo un’intensa attività investigativa gli uomini dell’Arma le hanno rintracciate a Sant’Elpidio a Mare e, raccolti gli elementi necessari, si sono presentati nella loro nuova casa con un mandato di perquisizione disposto dalla Procura di Macerata. All’interno dell’abitazione i carabinieri hanno prima rinvenuto gli indumenti e gli accessori usati durante il furto e poi – in un angolo della soffitta, occultati sotto gli addobbi natalizi –  anche due borselli con all’interno 35mila euro in banconote da 500, 100, 50, 20 e 10 euro. Infine, è saltato fuori anche un cellulare Samsung S3, rubato ad un portorecanatese nel 2013. Nessuna delle persone presenti nell’abitazione, compreso il marito di una delle donne, ha saputo dimostrare la provenienza lecita della somma, immediatamente posta sotto sequestro. Le tre sono state denunciate per il furto commesso al negozio “Sole Luna”. Marito e moglie sono stati denunciati per ricettazione del telefono cellulare.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X