Narcotizzò e rapinò un 65enne,
catturata sul lungomare

CIVITANOVA - La donna, Alina Lacatus, 29 anni, romena, è stata fermata dai carabinieri e identificata: era ricercata in Calabria. Per i due pachistani arrestati per spaccio a Porto Recanati la settimana scorsa contestata anche la ricettazione
- caricamento letture
La refurtiva sequestrata

La refurtiva sequestrata

Ricercata per rapina a Reggio Calabria, una 29enne romena se la spassava a Civitanova. I carabinieri della Compagnia di Civitanova, nell’ambito di alcune attività di controllo hanno identificato la donna questa mattina alle 4,30 di fronte ad un locale del lungomare nord, Alina Lacatus. Dagli accertamenti la 29enne è risultata ricercata da 6 mesi per effetto di un ordine di cattura emesso dal gip del tribunale di Reggio Calabria per il reato di rapina ai danni di un 65enne. Lacatus nei primi giorni del mese di aprile, aveva conosciuto, insieme ad una complice, un uomo di 65 anni e con la scusa di dover festeggiare il proprio compleanno ha convinto l’uomo ad offrirle una birra nel bar che si trova all’interno della villa comunale di Reggio Calabria. Qui, mentre la complice distraeva l’uomo, l’altra gli metteva nel bicchiere del benziodiazepine, una sostanza narcotizzante con effetti collaterali anche gravi. L’uomo dopo aver perso conoscenza si è ritrovato senza portafogli su una panchina del parco, derubato di 200 euro in contanti, telefono cellulare, una collana con ciondolo e l’anello in oro. Le telecamere della villa comunale permisero il riconoscimento fotografico da parte della vittima.  La donna, arrestata, si trovata nel carcere di Camerino. Sempre sulla costa, ma a Porto Recanati, si aggravano le contestazioni per Adeel Adrees e Aftab Mohammad, i due uomini di origine pachistana trovati in possesso di un chilo di eroina qualche sera fa e già arrestati dai carabinieri della stazione di Porto Recanati. I militari li hanno denunciati per il reato di ricettazione in quanto tra il materiale elettronico rinvenuto all’interno dell’appartamento trasformato in una centrale di spaccio di stupefacenti, sono stati trovati anche un notebook marca  emachines, risultato rubato a Porto Recanati il giugno scorso a bordo di un’autovettura di una donna di Osimo  e un notepad marca samsung, rubato a Civitanova il 28 agosto  all’interno di un’autovettura di un uomo di San Ginesio. La refurtiva del valore totale di circa   mille euro è stata restituita ai legittimi proprietari.  Infine i carabinieri di Potenza Picena, hanno denunciato per ricettazione una 20enne, E. J., residente a Recanati in quanto a seguito di una perquisizione veniva trovata in possesso di un telefono cellulare Samsung S4 risultato essere stato rubato il 1° maggio 2014 ad una ragazza 17enne di Potenza Picena.

(L. B.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X