Bimba muore soffocata a 3 anni e mezzo,
dramma a Monte San Giusto

LA TRAGEDIA - La piccola vittima è cinese, un pezzo di cibo l'ha uccisa mentre cenava, i genitori, due operai, hanno riferito che mangiava dell'uva. E' spirata all'ospedale di Civitanova. La procura ha aperto una indagine per omicidio colposo, domani l'autopsia
- caricamento letture

ambulanzadi Gianluca Ginella

Era a cena a casa con la mamma una bimba cinese di tre anni e mezzo quando un pezzo di cibo le è andato di traverso e la piccola ha cominciato a sentirsi soffocare. Il dramma di una famiglia cinese che abita a Monte San Giusto è cominciato così nella serata di giovedì (ma la notizia si è appresa solo oggi). La madre vedendo che la piccola soffocava ha chiamato i soccorsi. Portata in ospedale, la piccola è morta tra le braccia dei medici che cercavano di salvarle la vita. I genitori, due giovani operai che lavorano nell’azienda di un loro connazionale, ai carabinieri hanno riferito che quando la piccola ha iniziato a soffocare stava mangiando dell’uva. Su questa vicenda la procura di Macerata ha aperto una indagine per omicidio colposo, al momento il fascicolo è aperto contro ignoti. Da definire se vi siano state responsabilità di medici o dei genitori della piccola. Affidati accertamenti al medico legale che domani eseguirà l’autopsia.

Un dramma si è consumato nella serata di giovedì tra Monte San Giusto e Civitanova. E’ quello di una famigliola cinese, regolare in Italia. Marito e moglie lavorano in Italia come operai in una ditta di Monte San Giusto. La famigliola vive proprio a Monte San Giusto, in via Macerata. Ed è lì che la tragedia ha avuto principio. In casa c’era la donna cinese con la figlioletta di 3 anni e mezzo (la famiglia ha anche un altro figlio). La piccola, sempre secondo quanto emerge su questa tristissima vicenda, stava mangiando dell’uva (questo quanto riferito dai genitori ai carabinieri) quando ha cominciato a stare male. La bambina non respirava più. Subito sono stati chiamati i soccorsi. Sul posto si è precipitata un’ambulanza che ha portato la piccolina al pronto soccorso di Civitanova. I medici, con la presenza di un anestesista, hanno cercato di rianimare la bambina, che pare sia giunta in ospedale in condizioni disperate, cercando di salvarle la vita in tutti i modi. Ma senza riuscirci. Perché la piccola si è spenta: morta per soffocamento. In base a quanto sin qui accertato la piccola aveva qualcosa nella faringe, del cibo, secondo quanto accertato. E’ da chiarire se possa essersi trattato di un acino d’uva, o altro. Ora la vicenda è arrivata negli uffici della procura di Macerata. Il pm Enrico Riccioni ha aperto un fascicolo per omicidio colposo verso ignoti. Il magistrato vuole appurare se la morte della bambina sia dovuta ad un comportamento omissivo da parte dei genitori o per una colpa medica. Sembrerebbe, comunque, che poco potessero fare i medici per salvare la piccola, che sarebbe giunta ormai in fin di vita in ospedale. Il sostituto ha affidato gli accertamenti al medico legale Antonio Tombolini che oggi ha svolto un ispezione cadaverica e che domani eseguirà l’autopsia. I genitori e le persone presenti quando la piccola ha iniziato a soffocare saranno sentiti dagli inquirenti.

(Servizio aggiornato alle 19,15)

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X