“Prego, #dica34”: la campagna Unimc
punta sul diritto allo studio

MACERATA - Presentata la nuova pubblicità dell'Ateneo del capoluogo. Lacchè: "Abbiamo cercato le idee e la realizzazione negli studenti". Per il nuovo anno accademico si erogheranno contributi agli alluvionati di Senigallia e agli studenti lavoratori o figli di disoccupati
- caricamento letture

 

(In alto la galleria fotografica di Lucrezia Benfatto)

 

Il regista Marco Di Stefano durante l'esibizione del gruppo del laboratorio a Palazzo Ciccolini

Il regista Marco Di Stefano durante l’esibizione del gruppo del laboratorio a Palazzo Ciccolini

di Carmen Russo

“Prego #DICA34” è lo slogan scelto per la nuova campagna pubblicitaria di Unimc. Il riferimento è all’articolo 34 della Costituzione e dunque al diritto allo studio, punto chiave sul quale l’Ateneo maceratese si è ispirato nel lungo processo di preparazione alla promozione. «Mi piace pensare che sia una pubblicità progresso – ha detto il rettore Luigi Lacchè durante la presentazione – Abbiamo deciso anche quest’anno di non chiamare esterni per promuoverci, ma di cercare idee e realizzare la promozione con le nostre migliori risorse, gli studenti. Abbiamo poi puntato anche per quest’anno alle forme espressive. Siamo partiti dalle fotografie, per poi passare al teatro e abbiamo continuato su questa strada».
L’Ateneo si è impegnato per il prossimo anno ad andare incontro ai propri studenti dal punto di vista economico incrementando le riduzioni sulle tasse e le agevolazioni, che hanno reso l’Università di Macerata la meno cara nelle Marche e tra le più economiche d’Italia. Ogni anno sono stati investiti quasi 3 milioni e 700 mila euro per il diritto allo studio e le novità per quest’anno sono rivolte agli iscritti provenienti dalla zona di Senigallia, colpita dalle alluvioni, e a lavoratori e i figli di lavoratori disoccupati, in mobilità o in cassa integrazione, un contributo pari a 200 euro.
E ancora maggiori riduzione agli iscritti con redditi più bassi, 15 borse di studio da mille euro per chi si iscrive ad una laurea magistrale provenendo da un altro ateneo, borse di studio per gli studenti stranieri e finanziamenti di 200 euro mensili per i tirocini. Nonché facilitazioni per gli studenti migliori, come recita proprio l’articolo 34 della Costituzione: “i capaci e i meritevoli hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi”.
L’ascolto e l’accoglienza al centro della campagna pubblicitaria per l’anno accademico 2014-2015, la cui realizzazione è stata affidata a Lucia D’Ambrosi, delegata alla comunicazione, Gianna Angelini e Paola Papakristo.
Ad affiancare la campagna e la pubblicità, anche un progetto nato con un laboratorio non convenzionale per fornire le basi della recitazione scenica. La regia è stata affidata all’attore e regista di cinema e teatro, Marco Di Stefano che già lo scorso anno aveva diretto il flashmob per la campagna pubblicitaria dedicata al connubio con Giuseppe Verdi (leggi l’articolo).

Il gruppo di studenti e di operatori che hanno partecipato al laboratorio

Il gruppo di studenti e di operatori che hanno partecipato al laboratorio

Quest’anno, invece, è stato realizzato un film con i partecipanti al laboratorio dedicato proprio al diritto allo studio attraverso le emozioni, solidarietà, accoglienza e attenzione all’altro. Dal titolo “Ogni incontro è un miracolo”, il mini film basato su storie legate alle difficoltà del mondo universitario, è in forma di racconto da parte dei partecipanti Olimpia Bianchi, Martina Cafarella, Eleonora Cannizzaro, Roberta Ciavarella, Antonella Di Matteo, Daniela Formiconi, Michele Formiconi, Selene Forconi, Iuliana Mihalache, Carlo Alberto Patrignoni, Lorena Sbaffi, Yerica Del Rosario, Carmen Tomassoni e Federica Zenobi. Hanno partecipato anche i musicisti Federico Cippitelli e Valerio, i fonici Silvia Farroni e Marco Vescovo e gli operatori Aldo Caldarelli e Alessandro Bianchi.
I ragazzi coinvolti, si sono anche esibiti durante la presentazione a Palazzo Ciccolini con una performance di training teatrale sotto la guida del regista Marco Di Stefano.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X