Matelica, l’affetto dei tifosi verso Canil
“Non dargliela vinta”

SERIE D - Dopo le dichiarazioni del presidente sull'eventuale possibilità di lasciare la società, in tanti si sono ritrovati sotto la sua casa per sostenerlo e dimostragli la loro stima
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
cartellone a Canil

I tifosi del Matelica arrivati sotto casa del presidente Canil

di Sara Santacchi

“Non dargliela vinta”. Con un grande striscione tenuto da decine e decine di persone di Matelica e non il presidente del Matelica Mauro Canil è stato sorpreso l’altra sera, davanti la sua casa presa letteralmente d’assalto. In tanti: tifosi, sportivi, matelicese, abitanti dei paesi limitrofi o semplicemente persone che lo stimano si sono presentati sotto casa sua per sostenerlo e dimostrargli che in tanti hanno apprezzato quanto ha fatto per la S.S.Matelica augurandosi che possa rimanere alla sua presidenza. E’ stata questa, dunque, la risposta del popolo biancorosso, della grande famiglia del Matelica e non alle dichiarazioni del patron del sodalizio che ha posto la possibilità di lasciare la società (leggi l’articolo). Sono dunque ore di riflessione e il silenzio è stato rotto dal fracasso dei tanti clacson arrivati sotto casa sua e da un’autentica processione di persone. “Questi gesti mi riconciliano col mondo e valgono più di qualsiasi altra cosa – ha detto un presidente Canil emozionato di fronte a una scena del genere – per me il Matelica è ed è sempre stata vissuta come una famiglia e vedere tante persone qui stasera, tante delle quali non le conosco nemmeno mi riempie di gioia. Sono giorni non semplici e delicati. Non nascondo la mia delusione, ma al di là di quanto si sta dicendo in giro sto cercando di fare le giuste valutazioni serenamente e prenderò la mia decisone solo dopo aver parlato con la società”. Giorni difficili, dunque, giustamente, ma come in ogni famiglia che si rispetti il popolo biancorosso si è voluto stringere attorno al presidente proprio per dimostrargli che è nei momenti meno semplici che avrà il suo appoggio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X