Quattro banditi assaltano la Ip
Furto sventato dai carabinieri

MACERATA - Malviventi incappucciati hanno cercato di sradicare la colonnina per il pagamento self service. Ma non sono riusciti a rubare nulla
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
tentato_furto_pieve_4_maggio-1-650x433

I ladri hanno tentato di sradicare la colonnina per il pagamento del self

di Gianluca Ginella

(foto di Guido Picchio)

Assalto al distributore Ip della Pieve, a Macerata: quattro uomini incappucciati, usando due mezzi rubati, la scorsa notte hanno cercato di sradicare la colonnina per il pagamento self service del carburante. Ma il colpo è sfumato per l’intervento dei carabinieri giunti subito sul posto.

Sono le 2,45 di questa notte quando 4 uomini incappucciati raggiungono il distributore Ip lungo la strada della Pieve che da via Roma porta a Sforzacosta. Con loro hanno tre mezzi, due di questi verranno usati per cercare di rimuovere la colonnina del pagamento del self service: sono due veicoli rubati, un Fiat Ducato e un Fiat Doblò. I malviventi, da quanto emerge, attaccano al Doblò delle corde, che all’altro capo legano alla colonnina. Poi cominciano a tirare con il furgoncino per sradicare la colonnina. Che inizia a cedere, ma le corde ad un certo punto si spezzano. Allora i malviventi prendono delle mazze e con quelle iniziano a colpire la colonnina per cercare di liberare la cassaforte che si trova all’interno. Nel frattempo però il sistema di allarme collegato con le centrali di polizia e carabinieri scatta. Non lontano parte, da via Roma, una pattuglia dei carabinieri. Ma i militari non riusciranno a prendere i banditi per un soffio. Da quanto emerge, infatti, i malviventi avevano una sentinella, che con ogni probabilità sostava nelle vicinanze del passaggio a livello di via Roma. E grazie a questo i banditi si sono salvati, riuscendo a fuggire giusto un attimo prima che arrivassero i carabinieri. Dietro di loro i ladri hanno lasciato i due furgoni risultati essere rubati (dove è in corso di accertamento), entrambi con il motore acceso. Sull’assalto alla Ip indagano i carabinieri di Macerata. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco di Macerata perché i malviventi avevano danneggiato anche un distributore da cui è fuoriuscito del carburante. I banditi non sono riusciti a portare via nulla.

 

tentato_furto_pieve_4_maggio-12-650x433   tentato_furto_pieve_4_maggio-11-587x650   tentato_furto_pieve_4_maggio-10-650x438   tentato_furto_pieve_4_maggio-9-433x650   tentato_furto_pieve_4_maggio-8-650x433   tentato_furto_pieve_4_maggio-7-650x451   tentato_furto_pieve_4_maggio-6-650x433   tentato_furto_pieve_4_maggio-5-650x514   tentato_furto_pieve_4_maggio-4-650x433   tentato_furto_pieve_4_maggio-3-650x484   tentato_furto_pieve_4_maggio-2-650x433   tentato_furto_pieve_4_maggio-1-650x433



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X