Cocaina nascosta nel giubbetto della figlia,
tre persone in manette

PORTO RECANATI - Una donna romena ha cercato di eludere un controllo dei carabinieri, ma lo stupefacente è stato scoperto: 32 grammi di droga. Insieme a lei sono stati arrestati due foggiani
- caricamento letture

IMG_1220di Sara Santacchi

Nasconde la droga nelle tasche del giubbotto della  figlia di sei anni per sfuggire al controllo dei carabinieri, 27enne romena finisce in manette. Arrestati insieme a lei anche due foggiani.E’ successo ieri sera.

Fermata dai carabinieri a Loreto, mentre era in auto con altre due persone, una giovane romena ha cercato di nascondere unsacchettino di cellophane contenente 32 grammi di cocaina, nelle tasche del giubbino della figlia. I militari (a operare il controllo sono stati i carabinieri della Compagnia di Osimo), però, si sono accorti del gesto della donna e dopo aver perquisito anche la figlia minorenne hanno trovato la droga. Insieme alla romena sull’auto c’erano i foggiani Luciano Cristalli, 51 enne, e Santino Cristalli, 25, foggiani, residenti a Porto Recanati. I carabinieri hanno perquisito la vettura trovando nel marsupio del 25enne un coltello a serramanico a scatto con una lama di 12 centrimetri, vietato dalla legge. I militari hanno, inoltre, trovato nella macchina 1.830 euro, ritenuti provento di spaccio di sostanze stupefacenti. Dopo i primi accertamenti, i carabinieri hanno esteso i controlli anche alle abitazioni dei due uomini, a Loreto e a Porto Recanati. In particolare nella roulotte di Santino Cristalli è stato trovato un bilancino elettronico di precisione con tracce di polvere bianca. Alla fine sia la donna romena che i due foggiani sono stati arrestati. Tutto il materiale rinvenuto, ovvero la droga, il bilancino, il denaro, il coltello a serramanico e alcuni cellulari sono stati sequestrati. Sempre ieri sera, infatti, i carabinieri hanno arrestato anche un uomo di origine tedesca mentre cercava di portare via da un’auto una borsa con al suo interno un portafoglio con i documenti, 50 euro nonché un tablet. E’ accaduto a Numana. Vittima del furto una donna 33enne di Recanati che si stava concedendo una passeggiata nelle vicinanze. K.P., 48enne nato in Germania, residente a Sirolo, ha approfittato dell’assenza della proprietaria per forzare la portiera della Lancia Musa della donna e portare via alcuni dei suoi oggetti. Ma gli è andata male: l’uomo è stato circondato, bloccato e ammanettato dai carabinieri di Osimo che hanno recuperato la refurtiva riconsegnandola alla proprietaria. In seguito alla convalida dell’arresto che si è svolta questa mattina al tribunale di Ancona, l’uomo si trova ai domiciliari.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =