Patenti ritirate, locali e studenti denunciati
nel primo weekend della Corsa alla spada

CAMERINO - Controlli serrati dei carabinieri. Sorpresi due commercianti che non rispettavano l'orario di chiusura. Alcuni ragazzi dovranno invece rispondere di atti contrari alla pubblica decenza
- caricamento letture

etilometro cc.di Sara Santacchi

Cinque patenti ritirate per guida in stato di ebbrezza e la denuncia dei titolari di due esercizi pubblici e di due studenti. E’ questo il risultato dei controlli del primo fine settimana della Corsa alla Spada a Camerino, in atto da diversi giorni. In particolare, un operaio 25enne della provincia di Perugia, P.M., è stato sorpreso con un tasso alcolemico di 1,35 grammi per litro, quindi quasi il triplo rispetto al limite consentito dalla legge. Nei suoi confronti, oltre al ritiro della patente, è scattata anche la denuncia alla procura. I controlli non hanno interessato, tuttavia, solo chi si metteva alla guida, ma anche i locali pubblici ai quali sono state imposte una serie di regole, a seguito di una specifica ordinanza, per il periodo riguardante la rievocazione: il divieto di somministrare bibite alcoliche in bottiglie di vetro dopo le 21, la vendita e somministrazione di alcolici fino all’1.30 nonché la chiusura definitiva degli esercizi commerciali alle 2.  Sono stati, quindi, denunciati due titolari di esercizi pubblici per non aver rispettato l’orario di chiusura che dovranno rispondere del reato d’inosservanza dei provvedimenti delle autorità per il quale è previsto l’arresto fino a tre mesi o un ammenda fino a 206 euro. Infine due studenti, M. S. e R. R., sono stati denunciati perché, ubriachi, sono stati sorpresi a urinare mentre si trovavano nel centro storico. Dovranno rispondere del reato di atti contrari alla pubblica decenza, inoltre sono stati multati per ubriachezza molesta.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X