Falegname si toglie la vita,
il gesto sarebbe legato alla crisi

PIEVEBOVIGLIANA - L'uomo, 50 anni, si è impiccato nel garage della sua abitazione, a trovarlo è stata la moglie
- caricamento letture

carabinieri-logo01gE’ probabilmente legato alla crisi il tragico gesto di un falegname, cinquantenne, di Pievebovigliana che si è impiccato questa mattina, nel garage della sua abitazione. A trovarlo è stato sua moglie, intorno alle 12, che ha immediatamente dato l’allarme.

Il dramma che ha colpito S. C., queste le iniziali dell’artigiano, e la sua famiglia, sarebbe riconducibile alla crisi economica. Un telefono che non squilla più e le richieste di commesse sempre più in calo, da quanto emerge dalle indagini, avrebbero scaturito nel 50enne, che lavorava in proprio, uno stato di preoccupazione negli ultimi tempi. Nulla, però, aveva dato a pensare che potesse arrivare a commettere un gesto come quello che ha compiuto questa mattina. Quando nel garage della sua casa, in contrada Fiano, l’uomo ha attaccato una corda ad una trave del soffitto e così si è tolto la vita. La terribile scoperta di quanto accaduto è stata fatta dalla moglie del 50enne, che sotto choc ha avvertito i carabinieri. Sul posto, oltre ai militari della stazione di Pievebovigliana, sono intervenuti anche i colleghi di Fiastra che hanno proceduto ai rilievi del caso. L’uomo, sempre da quanto emerge, non ha lasciato biglietti per spiegare i motivi del gesto. Il magistrato di turno, Tullio Cicoria, ha disposto l’ispezione cadaverica, che sarà svolta domani mattina. Oltre alla moglie, il 50enne lascia anche una figlia.

(S. San.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X