Più turisti russi nelle Marche

Da 23 mila a 130 mila nel 2013
- caricamento letture
nabucco prima sferisterio

Opera allo Sferisterio

 

 

“Le presenze di turisti russi nelle Marche sono aumentate nel 2013 del 75% rispetto al 2012, passando da 23 mila a 130 mila. E questo in quadro di incremento generale delle presenze straniere nella nostra regione, che ha fatto segnare un +6,5% complessivo.” Lo ha ricordato oggi ad Ascoli Piceno, in un convegno promosso dal Comune con l’Enit, gli enti camerali e di categorie e le agenzie di viaggio, Pietro Talarico, dirigente del servizio turismo della Regione Marche.  Dopo la recente iniziativa per le stagione di Macerata Opera Festival (visti gratuiti per i russi), prosegue la campagna turistica verso est.

Sono risultati che dimostrano come il lavoro promozionale svolto dalla Giunta Spacca e dall’ente sia stato certamente positivo – ha detto Talarico – grazie anche alla collaborazione stretta e proficua con l’Enit.   Investiremo altri 4 milioni per la promozione turistica delle Marche, puntando molto sull’Asia e l’Oriente e creando un sito nuovo in lingua giapponese. Ma tutto questo percorso – ha poi aggiunto Talarico – potrebbe essere messo a rischio dall’eventuale modifica del Titolo V della Costituzione, e dal conseguente accentramento delle competenze in capo allo Stato, con riflessi che potrebbe manifestarsi sulle destinazioni non principali del flusso turistico straniero in Italia.” Secondo Talarico sarebbe auspicabile che lo Stato “detti solo le linee guida principali, e poi siano le Regioni insieme all’Enit ad attuare le strategie più adatte per far conoscere a livello globale le loro ricchezze e peculiarità”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X