Sacchi: “Il degrado delle frazioni e dei quartieri specchio della cattiva amministrazione”

MACERATA - Il consigliere e coordinatore comunale di Forza Italia è critico verso l'operato della giunta Carancini
- caricamento letture
Il consigliere Riccardo Sacchi

Il consigliere Riccardo Sacchi

Dal consigliere e coordinatore comunale di Forza Italia Macerata, Riccardo Sacchi riceviamo:

«L’inconcludenza, l’incapacità dell’amministrazione Carancini, ormai palese quanto irreversibile, è ancor più grave in un contesto di crisi socio-economica in cui Macerata avrebbe più che mai necessità di essere governata in maniera responsabile con mano salda. L’elenco dei clamorosi fallimenti del Sindaco in quattro anni di governo è sterminato: dalle piscine al palazzetto, dalla “cittadella dello sport” alla “bretella Via Mattei-La Pieve”, dalla bretella Colleverde-Collevario fino al parcheggio di Rampa Zara, per arrivare al centro storico. Tuttavia, quando si è trattato di aumentare le tasse la maggioranza è sempre stata solerte e coesa: si pensi alla stangata della Tares per famiglie e commercianti, all’odiosa sanzione di 41 euro per chi non espone lo scontrino di sosta, all’aumento del 10% degli abbonamenti e dei biglietti degli autobus, all’aumento del 60% delle tariffe idriche solo negli ultimi 5 anni. Il risultato? una città senza governo, senza prospettive, in declino, politicamente paralizzata ed isolata.
Quello che riesce comunque a colpire è il degrado, l’incuria, la totale mancanza di attenzione alle molteplici ed annose problematiche delle frazioni e dei quartieri:
Villa Potenza è afflitta da croniche problematiche relative alla viabilita’, all’omessa o cattiva manutenzione di strade, marciapiedi, spazi verdi, impianti. Per non parlare dell’impasse sulla c.d. “riqualificazione” del centro-fiere e dei ritardi nella realizzazione di essenziali infrastrutture.
Sforzacosta soffre più di tutti i gravissimi disagi riguardanti, tra l’altro: la viabilità, la sosta, la sicurezza stradale, la mancanza di uno spazio di aggregazione, l’omessa o cattiva manutenzione di strade, marciapiedi, infrastrutture, del verde. Per non parlare del vergognoso degrado di alcune zone, prima tra tutte il “Fosso Narducci”, insalubre ed abbandonato alle sole iniziative dei malcapitati residenti.
Piediripa rischia di veder compromessa la sua vocazione produttivo-artigianale a causa dei gravi ritardi relativi al c.d. “P.I.P. Valleverde” ed alla connessa viabilità complessiva.
In generale tutti i quartieri patiscono un grave e generalizzato degrado, con in primo piano il pietoso stato di strade e marciapiedi.
Tutto ciò influisce negativamente sulla qualità della vita, dando luogo alla percezione di un’odiosa distinzione tra cittadini di “serie A” e “serie B” aggravata dall’eliminazione delle circoscrizioni di decentramento comunale.
Dunque, torniamo a chiedere all’amministrazione di intraprendere ogni più utile iniziativa per risolvere le denunziate problematiche, anche attraverso l’organizzazione di incontri/confronti pubblici con tutte le parti interessate. Al riguardo, mi accingo a presentare l’ennesima interpellanza per chiedere dei provvedimenti.
Al centrosinistra che governa la città da venti anni chiediamo di non pensare soltanto alla spartizione di poltrone e strapuntini ma, almeno per una volta, di provare ad affrontare i reali problemi dei maceratesi»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =