Piccola Personale di Javier Stacchiotti

Il "non-pittore" che dipinge da dentro
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Javier Stacchiotti (foto di C. Ottaviani, 2013)

Javier Stacchiotti (foto di C. Ottaviani, 2013)

Javier Stacchiotti è un caro amico, prima che un bravo pittore. Ma è anche un bravo pittore. Uno di quelli fuori dei circuiti, a volte anche autocontroproducente per certe prese di posizione. Però è bravo. L’arte che si palesa nelle sue tele o nelle sue sculture o nelle sue istallazioni, se lui la lasciasse respirare di vita propria, senza volerla “perfezionare”, “portare a compimento”, sarebbe ancora più evidente. Che però vi sia, secondo noi è indubbio. Javier non proviene da scuole, tanto meno di pittura; la sua scuola migliore è stata la vita, le sue difficoltà, il fatto di essere argentino naturalizzato italiano con qualche problema di lingua ma un’energia e un cuore che inglobano agevolmente il mondo intero. Javier non dipinge per mestiere, non si reputa un professionista del pennello, sebbene abbia raccolto riscontri degni di nota in ambito critico nazionale. Javier, semplicemente, obbedisce a un suo irrefrenabile impulso. Ovviamente questo impulso da solo non basta; non basterebbe a significare un valore di tipo artistico. A quello provvedono tuttavia i risultati: la bella ingenuità di certe sue opere, alcuni incantamenti e fulminazioni gentili e geniali. Ci piace scommettere sul suo lavoro.

 

001

 

002

 

003

 

004 (bozza perduta)

 

007

 

008 (collezione privata)

 

009

 

010

 

Javier Stacchiotti con una sua scultura

 

011

 

012 Cristo della spina

 

013

 

014

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X