115 anni di storia al vento
L’Ascoli fallisce

CALCIO - Oltre 35 milioni di euro di debiti. Lontani gli anni dei successi di Costantino Rozzi e Carletto Mazzone
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Ascoli CalcioL’Ascoli calcio è stata dichiarata fallita dal Tribunale di Ascoli. Il collegio, presieduto da Raffaele Agostini, ha accolto le richieste di fallimento presentate dalle socieà creditrici del club e da sette dipendenti. Nominato curatore fallimentare Franco Zazzetta. Con oggi si chiude una storia calcistica cominciata 115 anni fa: lontani gli anni dei successi di Costantino Rozzi e Carletto Mazzone. Con oggi si chiude una storia calcistica cominciata più di un secolo fa e oggi più che mai appaiono lontanissimi gli anni dei successi del binomio Rozzi – Mazzone. Il 18 dicembre 1994 moriva l’indimenticabile Costantino Rozzi, il 17 dicembre 2013 la sua creatura viene decretata fallita. Diciannove anni dopo, l’immenso Custandì muore un’altra volta e stavolta i nomi dei responsabili si conoscono. Giudicate voi. Fino all’ultimo è stato tentato di salvare il salvabile, ma troppe comparse e pochi protagonisti hanno finito per decretare la morte del club bianconero. I debiti? Si parla di 35 milioni di euro di passività ma adesso si cercherà di riscuotere i 900.000 euro dalla Lega per proseguire il campionato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



Donazioni
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X