Recanatese all’esame Angolana
senza Cianni, Garcia e Iacoponi

SERIE D - I leopardiani cercano il riscatto dopo due sconfitte consecutive
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Roberto Iacoponi

Roberto Iacoponi

Una famosa citazione di Goethe recita “Non è forte chi non cade mai, ma chi cadendo trova la forza di rialzarsi”. Probabilmente non c’è affermazione più calzante per chi, come la Recanatase, é chiamato al riscatto dopo le due cadute consecutive ad opera di Celano e Termoli. La squadra allenata da Pierantoni deve fare tesoro degli errori commessi nelle ultime due gare e mettere in campo tutta la determinazione, l’ardore agonistico e la lucidità per  strappare un buon risultato al Leonardo Petruzzi di Città Sant’Angelo. Sará fondamentale non farsi prendere dall’ansia e dalla frenesia, piuttosto bisogna  ragionare e non perdere mai l’equilibrio.
Dopo sole quattro giornate é prematuro qualsiasi giudizio sul campionato e guardare la classifica in questa fase lascia il tempo che trova. Dando uno sguardo generale al girone F, tante squadre debbono ancora registrare i meccanismi, alcune sono ancora in fase di completamento della rosa ed anche chi ha speso cifre importanti non ha ancora spiccato il volo. Addirittura sono giá tre le panchine saltate. Tornando all’incontro di domani, la Recanatese dovrá fare ancora a meno di Allegrini e Cianni oltre gli infortunati Garcia (piccola lesione al flessore ) e Iacoponi (distorsione alla caviglia). La Renato Curi Angolana dovrá invece rinunciare al difensore  Di Francia, appiedato per un turno dal giudice sportivo. La squadra nerazzurra é reduce dalla sconfitta in trasferta contro la Jesina, che si è imposta grazie ad un penalty trasformato da Berardi nelle battute finali della gara. La compagine allenata da Luciano Miani ha due punti in graduatoria, uno dei quali ottenuto in casa contro la favorita Ancona. La rosa degli abruzzesi annovera giocatori giovani ma anche elementi di esperienza cui la Recanatese dovrá fare attenzione. Partendo dalla difesa troviamo Francesco Marotta, classe 1981, giocatore con alle spalle tante stagioni in serie D, in cui ha indossato anche le maglie di Civitanovese e Jesina. Altro elemento insidioso nelle fila dell’Angolana é il centrocampista offensivo Vincenzo Vespa, classe 1984, al terzo anno con la maglia neroazzurra. La difesa leopardiana inoltre dovrá tenere gli occhi bene aperti per contenere le incursioni del centravanti campano Antonio De Matteis (classe 1989), quest’anno alla sua seconda stagione con l’Angolana



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X