I gemelli Mario e Filippo,
tra gli ultimi a nascere a San Severino

FOTO DEL GIORNO - I nonni Americo e Claudia ringraziano i medici del punto nascita della struttura
- caricamento letture
I gemelli Mario e Filippo

I gemelli Mario e Filippo

La famiglia al completo

La famiglia al completo

Americo Vita e sua moglie Claudia sono diventati ieri nonni dei gemellini Mario e Filippo, nati con parto naturale all’ospedale di San Severino che è prossimo alla chiusura. Così ha deciso la Regione Marche, nonostante l’opposizione del sindaco di San Severino Cesare Martini (leggi l’articolo). Oltre a fare i migliori auguri alla loro figlia Eleonora e al marito Matteo,  i nonni Americo e Claudia vogliono ringraziare i medici che hanno seguito la gravidanza . “Abbiamo condiviso con nostra figlia la sua maternità – racconta nonno Americo – come è stata supportata fino al parto, con professionalità,  e ci siamo sentiti sicuri grazie a tutte le misure prese. Eleonora è entrata nell’ospedale alle 8, è stata attaccata al monitor poi, alle 11, entra in sala parto accompagnata dal marito Matteo che le è stato sempre accanto. Alle 11.14 è nato Mario, alle 11.24 Filippo, alle 12 Eleonora mangiava tranquillamente il pranzo nella sua cameretta. Racconto questa lieta storia per spezzare una lancia a favore di questo reparto che conosco bene. Eleonora tre anni fa ha partorito qui anche la bella Lucia ed ho constatato l’impegno quotidiano e l’elevato livello di competenza di tutti gli operatori, con le diagnosi prenatale, il corso pre parto, il sostegno all’allattamento al seno.
Fanno tutto questo senza far trapelare lo stato d’animo, l’amaro in bocca, le preoccupazioni per il loro futuro, viste le notizie che, in questi giorni,  annunciano la chiusura del reparto. Un ringraziamento alle ostetriche, alle infermiere, ai pediatri, al dottor Felicioli, alla dottoressa Cacciamani, che ha seguito Eleonora in tutte e due le gravidanze. Non so se accorpare è bello o fa risparmiare ma, se non si adeguano le strutture può accadere come al Pronto soccorso di Macerata  che è un fallimento sotto gli occhi di tutti, specialmente di chi  ha passato una notte o due su una barella dopo 5 o 6 ore di attesa. Parlo per esperienza personale, e non è colpa di chi ci lavora, anche loro sono vittime del sistema“.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =