Helvia Recina, arriva l’ok
per la riapertura della gradinata

Il settore tornerà a disposizione dei tifosi della Maceratese a partire dall'incontro del 22 settembre contro il Celano
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

La gradinata dell'Helvia Recina

La gradinata dell’Helvia Recina

La gradinata dell’Helvia Recina torna agibile e sarà riaperta per la partita del 22 settembre contro il Celano, la seconda gara casalinga di questo campionato di serie D che vedrà la Maceratese impegnata domenica contro la Fermana (biglietti solo in prevendita). Dopo oltre un anno, dunque, torna a disposizione il settore dello stadio che è stato al centro di diverse polemiche con l’Amministrazione comunale, culminate con i roboanti fischi all’assessore Canesin durante la presentazione della Maceratese in piazza Vittorio Veneto (leggi l’articolo). In quell’occasione lo stesso assessore aveva promesso che la gradinata sarebbe stata riaperta al più presto.

La comunicazione arriva dalla Maceratese attraverso una nota stampa:Buone notizie e promesse mantenute dall’Amministrazione comunale per quanto riguarda lo stadio Helvia Recina. Finalmente la Maceratese ha ricevuto l’ok per l’apertura al pubblico della Gradinata Locali. Tutte le problematiche formali sono state finalmente superate e la Società biancorossa si è subito attivata per dare seguito al provvedimento e aprire la gradinata fin dal prossimo incontro in casa previsto per il 22 settembre contro il Celano.Contestualmente, in queste due settimane sarà offerta anche la possibilità di sottoscrivere abbonamenti gradinata il cui prezzo sarà comunicato entro breve. Per chi ha prenotato o già acquistato un abbonamento di curva e volesse prendere la gradinata, invitiamo a non utilizzare l’abbonamento per questa prima partita onde consentire il successivo cambio con relativo conguaglio di prezzo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X