Autorizzata la caccia di selezione al cinghiale

La Provincia di Macerata ha approvato il prelievo venatorio
- caricamento letture

cinghialeSulla base di quanto previsto dal regolamento regionale per la gestione degli ungulati e dal calendario venatorio regionale, la Provincia di Macerata con determinazione 261/10 del 19 luglio 2013 ha approvato il prelievo venatorio del cinghiale in forma selettiva. I selecacciatori, abilitati con apposito corso, potranno prelevare nelle unità di gestione assegnate il numero di cinghiali previsto nell’atto autorizzatorio individuale fino al 30 gennaio 2014, 5 giorni a settimana esclusi il martedì e il venerdì da un’ora prima del sorgere del sole a un’ora dopo il tramonto. Il selecacciatore ad ogni uscita dovrà comunicare almeno, un’ora prima l’azione di caccia, al numero verde della polizia provinciale il punto di sparo e il punto di parcheggio con dati georeferenziati. Pertanto gli organi di controllo potranno accertarsi in modo capillare che il prelievo venga effettuato nel pieno rispetto delle norme vigenti. La caccia di selezione espressamente prevista dalle  leggi 157/92 e 7/95, dove vengono disposte le norme per la protezione della fauna selvatica e per la tutela dell’equilibrio ambientale e la disciplina dell’attività venatoria, permetterà anche di intervenire a salvaguardia delle colture agricole, in quanto nel verificarsi del danno, il selecacciatore potrà immediatamente operare il prelievo. Pertanto una gestione seria e basata su dati scientifici per evitare che la specie del cinghiale diventi un problema, divenendo invece una risorsa per tutta la collettività.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X