Impianti sportivi di Collevario:
nasce un contenzioso
tra la Mondo e la Maceratese

L'assessore Canesin: "Ho sentito la presidente Tardella venerdì scorso e mi ha detto che spera di sistemare la questione in tempi brevi"
- caricamento letture

 

LE STRUTTURE DI COLLEVARIO - Il campo in sintetico e, sullo sfondo, la struttura per il calciotto

GLI IMPIANTI DI COLLEVARIO – Il campo in sintetico e, sullo sfondo, la struttura per il calciotto

 

di Gianluca Ginella

Impianti sportivi di Collevario di Macerata: guai per il campo di calciotto, dopo un contrasto sorto sui lavori tra la società Mondo, che ha realizzato il manto sintetico, e la Maceratese. La Mondo avrebbe fatto un decreto ingiuntivo al club biancorosso e sarebbero in corso trattative per arrivare ad un accordo sui pagamenti.

Sul campo sportivo sintetico di calciotto di Collevario è nata una querelle tra il club della Maceratese e la società che si è occupata di realizzare il sintetico, la multinazionale Mondo. Da quanto emerge, la Maceratese avrebbe avuto da ridire sui lavori eseguiti sul campetto. Questo sarebbe il fulcro della questione. Da qui sarebbe nato un contenzioso tra le due società e la Mondo avrebbe presentato, o ventilato di presentare, alla Maceratese un decreto ingiuntivo per il pagamento dei lavori eseguiti.

L'assessore Alferio Canesin

L’assessore Alferio Canesin

Le due società “stanno trovando una soluzione (la cifra su cui si starebbero accordando si aggirerebbe sui 350mila euro, ndr) – dice l’assessore allo Sport del comune di Macerata, Alferio Canesin -. Ho sentito la presidente Tardella venerdì scorso e mi ha detto che spera di sistemare la questione”. La vicenda, comunque, non riguarda il Comune “tra l’altro il campo non rientra neanche nel bando che avevamo fatto che riguardava solo il sintetico sul campo principale e l’illuminazione. E’ un di più che ha fatto la Maceratese. Quello che noi ci auguriamo è che la questione si risolva nel più breve tempo possibile – dice Canesin –. Speriamo che l’operazione fatta a Collevario non venga scalfita da nessuna problematica. È un impianto che deve sostenere un gran lavoro per il settore della giovanile della Maceratese”. Sulla vicenda, Tardella, contattata ieri aveva detto: “Ci sono trattative tra noi e la Mondo su di un contenzioso che c’è. Al momento non abbiamo notizie di decreti ingiuntivi”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X