Basket, il derby premia il Cus Macerata

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Matteo Palmioli

Matteo Palmioli

di Vincenzo Paci

È tempo di playoff in serie D, entusiasmo e tensione raddoppiano a Macerata visto che dopo un’intera stagione si sono trovate accoppiate proprio le due compagini del capoluogo. Il CUS si impone per 61-51 in una meravigliosa gara 1 davanti a una straordinaria cornice di pubblico che non si vedeva al palaVirtus dai tempi in cui il Basket Maceratese militava nella serie C nazionale. Nella prima metà di gara entrambe le squadre mettono in mostra un gran bel gioco, che diverte e entusiasma i presenti; calo fisiologico nella seconda frazione, ma tanta grinta e energia compensano la mancanza di lucidità dovuta alla stanchezza incombente. Alla fine, come nella fase a orologio, è decisiva la grande difesa degli universitari che nel quarto periodo concedono solo 9 punti ai giovani allenati dal duo Di Pierdomenico-Contigiani e possono esultare per una grande prestazione del collettivo con Nobili particolarmente sugli scudi. Già da lunedì entrambe le compagini si rimetteranno al lavoro per arrivare pronti a gara 2, sarà una prova senza appello per l’ABM che dovrà impedire al CUS di chiudere la serie sul 2-0. La cronaca: parte forte la formazione di coach Palmioli che trova buone risposte dal tiro da 3 con Nobili e Kasperskyy, l’ABM risponde con la fisicità di Thiam che spadroneggia nel primo periodo mettendo a segno ben 9 punti, Mordini e Kimanov firmano il primo allungo per i maceratesi biancorossi, Isabettini con una tripla a fil di sirena riporta sotto i biancazzurri. 18-22 in favore dell’ABM dopo i primi 10 minuti. Nel secondo quarto i cussini si vedono staccati fino al 20-27, salvo poi crescere di intensità in difesa e piazzare un parziale di 8-0 grazie a Trillini e Nobili, riportandosi così in vantaggio. Squadre al riposo sul 33-32. Al rientro dagli spogliatoi si nota un evidente calo delle due formazioni che non riescono a tenere i ritmi della prima parte di gara, è soprattutto il CUS a risentirne che trova solo tre canestri dal campo includendo una fortunosa tripla di tabella di Santinelli. Alla penultima sirena l’ABM conduce 41-42. L’ultimo quarto è quasi un monologo degli universitari che subito prendono un discreto vantaggio, limitando egregiamente gli avversari. Severini e Kimanov con un colpo di reni riescono a riportare il risultato in parità; timeout per coach Palmioli che vuole far riordinare le idee ai suoi. Al rientro dal minuto di sospensione il CUS va prima a segno con Cerescioli e poi sigilla il risultato con un’altra tripla di Nobili. I viaggi in lunetta finali fissano il risultato sul 61-51.

Parziali: 18-22, 15-10, 8-10, 20-9.

Tabellini:
CUS MACERATA: Orioli 4, Nobili 15, Trillini 10, Mancini 3, Centioni 6, Santinelli 9, Kasperskyy 5, Taborro, Cerescioli 2, Isabettini 7. All.Palmioli.

BASKET MACERATESE: Flamini 3, Tiberi, Severini 9, Kimanov 10, Mordini 8, Thiam 11, Ortenzi 3, Staffolani 3, Cingolani 2, Panaro 2. All.Di Pierdomenico-Contigiani.

Direttori di gara: Paglialunga e Uncini.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X