La Cluentina festeggia la salvezza
Bonfigli: “Grazie a chi mi ha dato fiducia”

PRIMA CATEGORIA - La formazione di Piediripa ha ottenuto la permanenza nella categoria con un turno d'anticipo. Tutta la gioia nelle parole del mister
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
L'allenatore della Cluentina Marco Bonfigli

L’allenatore della Cluentina Marco Bonfigli

Cluentina, ce l’hai fatta. Ancora. E’ finita con un’inattesa gioia per due la gara di Chiesanuova dove la formazione di Piediripa è stata sconfitta 3-0. I locali infatti grazie  all’imprevisto primo ko del Camerino sono tornati in Promozione e la Cluentina bastonata ha festeggiato alla grande sfruttando il contemporaneo ko dell’inseguitrice Torrese. Avendo 5 punti di vantaggio sulla zona playout con un solo turno da giocare, la Cluentina ha celebrato in anticipo la 4°salvezza consecutiva in Prima Categoria. Il club del presidente Carbonari ha fatto 13: la tredicesima sconfitta del campionato è valsa la permanenza. Un traguardo conquistato scalando posizioni nella notevole rimonta finale e sconfiggendo anche un nemico in più, interno: l’infame terreno del “Valleverde”. Per il debuttante tecnico Marco Bonfigli, classe 1976 e piediripense doc, un ottimo risultato per lanciare la nuova carriera. Bonfigli, la sconfitta più bella, meritata come lo è stata la salvezza….”Non ho mai festeggiato così una sconfitta –scherza- d’altronde era una trasferta molto dura, pensando che avremmo dovuto giocarci tutto all’ultima giornata avevo tenuto a riposo acciaccati e diffidati.” E invece è arrivata questa gioia, ma avevate notizie da Porto Sant’Elpidio? ”Curiosamente sapevamo solo il risultato di Pollenza. Poi a fine gara ho telefonato al mister della Vigor che mi ha dato la più bella delle notizie.” Durante il campionato ti sei dimostrato duttile tatticamente ma nelle 3 vittorie di corsa cosa è cambiato? ”Credo che il blitz a Caldarola prima della sosta, oltretutto annullando il miglior attacco, abbia dato tanta convinzione. Poi la pausa è servita per alleggerire in molti gli effetti della pubalgia.” Avete già festeggiato? E a chi dedichi la salvezza? ”Festeggeremo sabato perché non eravamo pronti.. Voglio ringraziare Rozzi, il tuttofare Marcolini, Vallesi, il presidente Carbonari che mi ha dato fiducia e gli altri dello staff e della dirigenza. Ancora di più i giocatori anche perché giocare a Piediripa tra doccia fredda e campo pessimo non è facile.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X