Raparo: “Giannino deve lasciare orfano il partito”

ELEZIONI - Il candidato alla Camera di Fare per Fermare il Declino risponde a Serena Sileoni
- caricamento letture

 

Oscar Giannino a Macerata

Oscar Giannino a Macerata

 

Da Massimo Raparo, candidato alla Camera della Lista Fare per Fermare il Declino, riceviamo:

Vorrei prendere spunto da un commento di un vostro gentile lettore all’articolo di Serena Sileoni che avete pubblicato martedi (leggi) per fornirvi lo stato dell’arte del partito successivo anche alla riunione regionale alla quale ho partecipato ieri sera.

Sarò breve e schematico volendomi anche in questo modo differenziandomi dai discorsi politici che siamo abtuati a sentire, ricchi di parole ma poveri di contenuti.

1) Giannino ha sbagliato. Ha sbagliato e sta pagando sia umanamente che politicamente. Il partito non ha tergiversato e ha accettato immediatamente le sue dimissioni senza nascondere l’errore. Anzi, paradossalmente è proprio uno dei fondatori che ha denunciato pubblicamente la mancanza di titoli formali di Oscar. E questa è un punto dei 10 del nostro programma: trasparenza.

Massimo Raparo

Massimo Raparo

2) Rispondendo alla Sileoni. Giannino DEVE lasciare orfano il suo partito. Fare è fondato sulle persone, sul programma e sulle idee, forti, chiare e basate sui numeri. Il New York Times del 20 febbraio commenta il programma di Fare come l’unico credibile che dice come farà le cose. Giannino ha avuto il grande merito di aggregare, unire, fungere da collante. Ma la colla ha fatto effetto. Siamo in quasi 100.000 e siamo rimasti uniti anche dopo questo shock. La pianta è nata e il contadino che l’ha piantata ha fatto il suo lavoro.

3) Il movimento è nato 4 mesi fa. E’ già un miracolo. Ma il miracolo non è casuale ma alimentato da chi, come dice il vostro lettore ha sacrificato famiglia, lavoro e divano per andare di notte ad attaccare manifesti a fare riunioni a distribuire volantini a prendere freddo. Come dice anche il mio amico e candidato Tommaso Perfetti il virus ha già contagiato la vecchia politica e i programmi. Qualcuno non parla più di patrimoniale (Giannino diceva: la patrimoniale la deve pagare lo Stato), si comincia a tagliare di tagli e non di aumento della Spesa. Questo è Fare.

Il Partito è appena nato e continua ringraziando Oscar anche per il Suo sacrificio (possiamo anche chiamarlo così). Si continua forse ancora più rafforzati nella volontà di voler continuare a seminare”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X