Primo ko interno per il Matelica
contro la cenerentola Urbania

ECCELLENZA - I biancorossi cedono con un rocambolesco 4-3 e chiudono la sfida in 9 contro 10. Una giornata da dimenticare per gli uomini di Spuri Forotti che restano ugualmente in vetta alla classifica
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Matelica-Urbania

Una fase della sfida Matelica-Urbania

di Sara Santacchi

Il Matelica incappa nella prima sconfitta casalinga contro l’Urbania, arrendendosi per 4-3 al termine di una partita finita in 9 contro 10 nella quale hanno influito pesantemente anche le decisioni della terna arbitrale. Dopo essere andati sotto di una rete i padroni di casa riportano la parità e ribaltano il risultato facendosi, però, subito raggiungere. Riescono quindi a portarsi nuovamente avanti, ma dopo l’espulsione inspiegabile di Severini e quella del portiere Spitoni, gli ospiti riescono a trovare la vittoria finale.

La cronaca: l’Urbania sblocca il risultato al 7’ trovando la rete del vantaggio con Pagliardini che sfrutta una palla alta e insacca con una sforbiciata l’1-0. Il Matelica cerca subito di ristabilire la parità che sfiora al 16’ con Api, ma ci riesce al 22’quando Staffolani serve Lazzoni che, in area, con un tiro cross insacca il gol dell’1-1. I padroni di casa ingranano e al 33’ Colella cerca Api che scatta in area dove è atterrato da Patarchi: rosso diretto per lui e rigore per il Matelica. Sul dischetto è proprio il 9 di casa a presentarsi e non sbaglia realizzando la rete del 2-1. Immediata è la risposta dell’Urbania che al 36’ riparte in contropiede e Pagliardini serve Mounssif che sul secondo palo ristabilisce la parità: 2-2. Si continua a giocare a ritmi serrati e al 41’ sullo sviluppo di un calcio d’angolo battuto da Severini, Ercoli in area, segna di testa la rete del 3-2. Si va verso i minuti finali quando l’assistente richiama l’arbitro e al termine della segnalazione il direttore di gara decide per il rosso diretto per Severini che avrebbe indirizzato uno sputo a un avversario. Una decisione che lascia incredulo lo stesso giocatore che è costretto a uscire tra lo sgomento delle squadre e del pubblico presente. La prima frazione di gioco si chiude, così, in maniera nervosa a causa di quest’episodio che non lascia indifferenti le due compagini. Nella ripresa al 62’ scambio tra Mounssif e Pagliardini che entra in area dove cade per l’intervento di Spitoni. Cartellino rosso per l’estremo difensore del Matelica, che è sostituito da Zepponi che entra al posto di Trudo e rigore per l’Urbania. Braccioni si presenta sul dischetto insaccando il 3-3. L’Urbania in superiorità numerica ci crede e al 72’ Pagliardini, su assist di Ricci, va a segnare la rete del 4-3. Il Matelica ci riprova subito con Api che in area spedisce, in sforbiciata, la sfera sull’esterno della rete. E’ ancora la compagine di mister Spuri Forotti in area avversaria all’89’ quando la sfera è deviata con una mano da Fraternali ma l’arbitro giudica involontario e fa proseguire il gioco. I tre fischi finali arrivano dopo 3 minuti di recupero e regalano all’Urbania la vittoria. Il Matelica mantiene comunque la vetta della classifica, pur vedendo guadagnare qualche punto alle dirette inseguitrici. Impossibile, per i padroni di casa, trattenere il rammarico su alcune decisioni da parte della terna che hanno completamente cambiato il volto di un match giocato fino in quel momento con tutt’altro spirito da parte delle due formazioni.

Il tabellino:

MATELICA: Spitoni 6, Boria 5.5, Severini 6, Lazzoni 6.5, D’Addazio  6 (79’Jachetta), Ercoli 6, Piciotti 5.5, Colella 6.5, Api 6, Trudo 6 (62’Zepponi), Staffolani 6(55’ Rocchegiani). All: Spuri Forotti.

URBANIA: Celato 6, Renghi 5.5, Righi 5.5, Carpineti 6, Fraternali A 6, Patarchi 5.5, Pagliardini 6.5, Ricci 6, Mounssif  6.5 (85’ Fraternali L), Braccioni 6, Rossi N 6. All: Ceccarini.

Arbitro: Paoloni di AP. Assistenti: Mazza di Fermo, Kapele di AP.

Marcatori: 7’ e 72’ Pagliardini, 22’ Lazzoni, 33’ Api, 36’ Mounssif, 41’ Ercoli, 61’Braccioni.

Note: spettatori circa 300. Ammoniti: Mounssif (U), Braccioni (U), Pagliardini (U), Rocchegiani (M), Ricci (U). Espulsi: Patarchi, Severini, Spitoni. Angoli: 5-2. Recupero: 3’-3’.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X