Civitanovese, adesso si fa davvero dura
L’Astrea vince 2-0 e inguaia i rossoblu

SERIE D - Altra brutta prestazione per La Vista e compagni che con venti punti sono in piena zona play out. Il nuovo portiere Tubaro subito espulso all'esordio
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Biso Mattia

Alla Civitanovese non è bastato il rientro di Biso in mediana

di Laura Barbato

La Civitanovese che era chiamata a riscattare il brutto ko casalingo della scorsa settimana, cade anche sul campo dell’Astrea e apre una crisi che probabilmente non si era mai chiusa. Prova incolore quella dei rossoblu, che non riescono mai a rendersi veramente pericolosi. La Vista e compagni dopo il gol del vantaggio di Simonetta non reagiscono e chiudono la gara con l’espulsione del nuovo portiere Tubaro che regala il rigore, trasformato da Giuntoli. Subito novità in casa Civitanovese, con Cornacchini che schiera tra i pali il nuovo acquisto Tubaro e lascia Galli in panchina. La prima occasione per i rossoblu arriva all’8’ con Covelli che non riesce a sfruttare l’ottimo cross di Bubalo. Gara dai ritmi blandi. Venti minuti dopo è ancora la Civitanovese a cercare la via del gol, con Boateng che mette in mezzo un cross basso sul quale Corvelli perde l’attimo. La prima azione degna di nota dei locali arriva alla mezz’ora, con il colpo di testa di Civita, deviato alto dall’estremo difensore. Al 43’arriva il gol del vantaggio per l’Astrea, propiziato ancora una volta da un errato disimpegno difensivo: Sensi per rimediare a un suo passaggio sbagliato atterra al limite dell’area Simonetta, l’arbitro assegna il calcio di punizione, battuto dallo stesso giocatore che va a segno. Primo tempo che termina con la squadra romana in vantaggio. Nella ripresa, la Civitanovese cerca di correre ai ripari inserendo Galli per Bubalo ma la musica non cambia. Proteste al 6’ per un presunto fallo di mano in area non segnalato per la Civitanovese e Mallus che viene ammonito e arbitro che fa allontanare un dirigente rossoblu. La gara si conclude nel peggiore dei modi con Tubaro che commette fallo in area su Giuntoli: calcio di rigore. Senza portiere, Cannone è costretto a far uscire Sensi per Ticchi che non riesce ad impedire il gol del 2-0. Civitanovese che perde malamente sul campo dell’Astrea, che si conferma ancora imbattuta. Brutta gara quella della squadra di Cornacchini che non è mai riuscita ad impensierire la compagine romana. Due gol subiti, entrambi nati da errori in fase difensiva. Continua la stagione travagliata dei rossoblu che speravano con l’anno nuovo di poter rimontare in classifica, ma quello che più preoccupa alla luce delle ultime gare, non sono tanto gli errori tecnici e tattici ma quanto la mancata reazione della squadra, aspetto da non sottovalutare soprattutto in vista del derby contro la Maceratese.

Il nuovo portiere della Civitanovese Gabriele Tubaro

Il nuovo portiere della Civitanovese Gabriele Tubaro subito espulso all’esordio

il tabellino:
Astrea: Turbacci, Lorenzini, Civita, Battisti, Briotti, Di Fiordo, Bellini, Ramacci (23’st.Pentassuglia), Simonetta, Giuntoli, De Vecchis (49’st. Maurizi). All: Ferazzoli. A disposizione: Paracucchi, De Franco, Pentassuglia, Valeri, Bonanni, Maurizi, Della Cioppa.

Civitanovese: Tubaro, Filopati, Boateng, Gadda, Sensi (40’st. Ticchi), Mallus, La Vista (19’st. Nardone), Bubalo (1’st. Galli), Covelli, Biso, Moretti. All: Cornacchini (squalificato, in panchina Cannone). A disposizione: Ticchi, Porfiri, Balsamo, Monti, Digno, Nardone, Galli.

Arbitro: Palermo di Bari.

Reti: 43’pt. Simonetta; 40’st. Giuntoli (rig).

Note: ammoniti: 22’pt. Bubalo; 39’pt. La Vista; 6’st.Mallus; 11’st. Di Fiordo; 25’st. Gadda; 30’st. Giuntoli; 31’st. Covelli. Espulso: 40’st. Tubaro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X