Federico Melchiorri carica la squadra
“Vogliamo fare bottino pieno”

Il bomber biancorosso parla dell'imminente sfida coi dorici: "L'Ancona non era convinta delle mie qualità? Non importa, non mi hanno cercato e sarei comunque venuto alla Maceratese". I biglietti in prevendita anche al Telefono e al Bar dei Pini
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Federico Melchiorri in azione

Federico Melchiorri in azione

di Filippo Ciccarelli

Nonostante le peripezie legate alla prevendita (i biglietti per il settore ospiti del Del Conero sono ora disponibili anche al Bar dei Pini e al negozio Il Telefono di Eros Sardella in corso Cairoli, viste le difficoltà legate all’acquisto per tanti maceratesi che stanno organizzando la trasferta) in città l’entusiasmo per il derby contro l’Ancona è alto, ed alte sono le aspettative che circondano la Maceratese. I tifosi vorrebbero infatti cancellare dalla memoria il 3-1 maturato quando l’allora Fulgor venne sconfitta dalle reti di Argiolas, Duranti e Cremona: la rete della bandiera venne realizzata da Cardinali su calcio di rigore. Quest’anno, per la trasferta di domenica prossima (calcio d’inizio alle ore 14.30, diretta live su CM) la Maceratese si affida più che mai al suo bomber Federico Melchiorri, a quota 13 marcature dopo il girone di andata.

Che cosa vi siete detti nello spogliatoio dopo la vittoria con l’Astrea, maturata in 9 contro 11?
“Ci siamo fatti i complimenti per aver vinto una partita che si era messa da un punto di vista molto difficile. Nel campo non dobbiamo soffermarci a vedere come va l’arbitraggio, non ci si può fare nulla. Dobbiamo solo continuare e cercare di essere più forti anche degli eventuali errori che possono essere a nostro sfavore”.

Siete pronti per la sfida di Ancona?
“Sì, ci stiamo allenando bene, vogliamo fare bottino pieno anche lì”.

Striscione MelchiorriPerò le assenze di Capparuccia, Carboni e Luisi avranno il loro peso…
“Questo lo vedremo domenica. In ogni caso so che chi giocherà domenica al posto loro non sarà da meno e si farà valere dando tutto quello che può”.

Il 6 gennaio, data della trasferta, è il suo compleanno e quello di Mario Orta: almeno un gol a testa dovete farlo…
“Speriamo di festeggiarlo così allora!”.

Alcune voci dicono che la dirigenza dell’Ancona non l’abbia cercata quest’estate perché non completamente persuasi dalle sue qualità. Si saranno pentiti?
“Non lo so, comunque loro non mi hanno contattato affatto, evidentemente non rientravo nei loro piani, ma comunque sarei venuto qui a Macerata. In ogni caso io sono felicissimo della scelta che ho fatto e non ho nessun rimpianto”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X