La Recanatese “espugna” il Tubaldi

SERIE D - Prima vittoria interna in rimonta sulla Vis Pesaro (2 a 1 il risultato finale)
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

all.mirco-omiccioli

L’allenatore della Recanatese Mirco Omiccioli

di Oreste Cecchini

E’ arrivata la tanta attesa vittoria interna per la Recanatese. Mancava dalla penultima giornata dello scorso campionato (5 -0 contro il retrocesso Real Rimini).Un successo fortemente voluto contro una coriacea Vis Pesaro che nonostante l’uomo in meno non ha deluso le attese, rendendosi spesso pericolosa dalle parti di Paniccià, risolutivo in alcuni  interventi. Giallorossi che si presentano ancora incerottati per le assenze di Jacoponi e Bruciapaglia squalificati e con Garcia e Cavaliere infortunati, ma ben disposti  nella mediana con l’arrivo di Marchetti e il rientrante Rachini,  gli ospiti al contrario non lamentano assenze.Vis subito propositiva e manovriera sorretta dall’estro del giovane Ridolfi, che anche oggi ha fatto scomodare osservatori (da Genova sponda rossoblu,  ma sembra seguito anche dalla Juventus) per rendersi conto delle enormi potenzialità di questo virgulto, che al 18′ si destreggia bene e dal limite saggia i riflessi di Paniccià. Recanatese più guardinga anche se con Gigli è  la prima ad andare in rete ma la bandierina dell’assistente è pronta a vanificare tutto. Primo tempo che scorre via senza eccessive emozioni, al contrario della ripresa dove al secondo minuto gli ospiti restano in dieci per doppio giallo nei confronti di Paganelli, ma la Vis non sembra accusare il colpo, tant’è che poco dopo passano in vantaggio, punizione sulla metà campo di Ridolfi che imbecca alla perfezione A. Torelli che di testa mette nell’angolino alla sinistra di Paniccià. Per i recanatesi sembra un film già visto, ed invece poco dopo ristabiliscono il punteggio grazie a Rossi che raccoglie un cross dalla destra di Curzi e da pochi passi bagna nel migliore dei modi il suo debutto davanti a suoi supporters. Due minuti dopo i locali ribaltano il punteggio, Marchetti viene steso sulla trequarti e batte la punizione come meglio non potrebbe, Gigli non è da meno e di testa in perfetta rotazione coglie il bersaglio trafiggendo Mumuni. Recanatese quindi in vantaggio, un evento insolito da non sembrare vero, ma è così anche se nei restanti minuti la spinta degli ospiti non si placa nonostante l’inferiorità numerica. Al 20′ Di Carlo subentrato da poco scambia con un compagno portandosi davanti a Paniccià sembra ormai inevitabile la capitolazione ma l’estremo locale smanaccia in corner evitando il goal. Sempre Paniccià sugli scudi al 28′ anticipando il bomber Cremona e subito dopo para a terra  una conclusione del solito Ridolfi.  Ma nonostante tutto la recanatese potrebbe passare di nuovo,  Di Marino in area non è preciso con la sua inzuccata che termina abbondantemente a lato. Poi al 40′ Rachini sta per combinarla grossa attardandosi nella sua  area e permettendo a Bianchi di andare al tiro che per fortuna si perde alto. La Recanatese tira così un bel sospiro di sollievo agguantando una vittoria davvero preziosa che aiuterà il morale, in attesa di recuperare le altre pedine, per giocarsi fino in fondo le speranze di salvezza. 

Recanatese: Paniccià-Patrizi-Di Marino-Rachini-Commitante-Morbiducci-Curzi(’75 Bartomeoli)-Marchetti-Rossi(‘90 Ristè)-Gigli-Latini(‘65Agostinelli). All. Omiccioli. A disposizione: Verdicchio-Sanseverinati-Moriconi-Guermandi

Vis Pesaro: Mumuni-Boinega-Dominici(’86 Rossini)-Paoli-Santini-Torelli G.(’60 Di Carlo)-Paganelli-Torelli A.-Cremona-Ridolfi-Bianchi. All. Magi. A disposizione: Foiera-Pangrazi-Urbinati-Bugaro-Vicini

Arbitro: Saccenti Modena
Reti:  48′ Torelli A.- 53′ Rossi – 55′ Gigli
Note:  Spettatori 400 circa, rec. 1+ 5 ,angoli 1-6, ammoniti: Paganelli-Ridolfi-Cremona-Paniccià-Gigli-Rossi-Bartomeoli espulso 47′ Paganelli per somma di ammonizioni

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X