Manifestazioni rinviate a sabato
Ma le forze dell’ordine restano in allerta

MACERATA - Annullati sia il corteo di Forza Nuova che la mobilitazione "Macerata è antifascista"
- caricamento letture
manifestazione_piazza

Piazza della Libertà è stata presidiata da uomini in divisa per tutto il pomeriggio

piazza_libertà_macerata

La manifestazione di Forza Nuova è stata annullata dopo che la Questura ha chiesto di limitare la manifestazione in piazza Mazzini e a questo punto anche la contromanifestazione ha perso la sua ragion d’essere .La storia, però rischia di ripetersi tale e quale la prossima settimana.
«Decidiamo di rinviare la manifestazione con le stesse modalità a sabato 13 ottobre. Questa volta con o senza autorizzazioni» hanno annunciato gli esponenti di Forza Nuova. Oggi arriva la risposta di “Macerata è antifascista”: «A seguito della risoluta mobilitazione di numerose ed eterogenee realtà politiche e sociali maceratesi, i neofascisti di Forza Nuova hanno capitolato e sono stati costretti ad annullare l’iniziativa, di fatto autorizzata dalla Questura, tentando di rimandarla a Sabato 13 ottobre.  Le forze democratiche di questa città contrasteranno con fermezza anche questa iniziativa di ripiego. Ribadiamo che nessuno spazio di agibilità può essere concesso né a Forza nuova, né a nessun altra formazione di stampo neofascista e xenofobo e rilanciamo un nuovo appuntamento di mobilitazione per sabato 13 ottobre alle ore 15,30 in Piazza Annessione». Questi gli aderenti: ANPI, ARCI, Ambasciata dei Diritti – Marche A.S.D. Popolare – Macerata Associazione Culturale Licenze Poetiche, Centri Sociali delle Marche, CGIL, CGIL FIOM, Collettivo Libertario, Macchia Nera – Macerata, CSA Sisma – Macerata, Federazione della Sinistra – Provincia di Macerata, Federazione Giovanile dei Comunisti Italiani – Macerata, Giovani Democratici – Provincia di Macerata, I Benandanti – Macerata, LGS Movimento Studenti, Officina Universitaria, Partito Democratico – Macerata, PSI – Macerata, Polisportiva Antirazzista Assata Shakur – Ancona, Rete degli Studenti medi Macerata, Sciarada – Corridonia, Sinistra Critica, Sinistra Ecologia e Libertà, Società Operaia Mutuo Soccorso (SOMS) – Corridonia e Ya Basta! Marche.
Anche il sindaco di Macerata Romano Carancini, ieri, ha espresso la sua contrarietà condannando la manifestazione di Forza Nuova (leggi l’articolo).
 «La sua presa di posizione  – risponde il coordinatore di Forza Nuova Tommaso Golini –  denota la totale mancanza di imparzialità nell’impersonare un ruolo, il Suo, che dovrebbe rappresentare tutti i cittadini, di qualsiasi colore politico, e ha dimostrato come Macerata sia schiava di una subdola dittatura, che invitando alla “mobilitazione antifascista” si permette di censurare opinioni, violare i diritti e negare la libertà di espressione a movimenti politici legalmente riconosciuti. Oggi con Forza Nuova, domani chissà, con altre formazioni politiche. Mobilitazione che ha visto la partecipazione anche del suo partito, che si definisce Democratico, ma che nei fatti si dimostra intollerante nei confronti di tutto ciò che non è conforme ai luoghi comuni della cultura sinistra imperante. Non è tollerabile che simili metodi vengano avallati dalle istituzioni che Lei rappresenta. Auspichiamo pertanto che per il futuro non intervenga pretestuosamente per ostacolare il sacrosanto diritto di manifestare dei cittadini di diverse idee politiche».

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X