Civitanova si ferma
per l’addio a Matteo

Una folla commossa nella chiesa di San Pietro per i funerali del 39enne scomparso venerdì in un tragico incidente con la moto
- caricamento letture

 

matteo-agostinelli1

Matteo Agostinelli

Stringe per tutto il tempo la foto di quel figlio, sorridente, bello e radioso che aveva vissuto tutta la sua vita a 200 all’ora. Giovanna Capodarca, la mamma di Matteo Agostinelli è dignitosa e contenuta nel suo straziante dolore al funerale del motocislista 39enne morto dopo il terribile schianto di venerdì pomeriggio (leggi l’articolo). E a consolarla sono tantissimi civitanovesi, una chiesa gremita quella di San Pietro che non può contenere tutti coloro che hanno voluto salutare per l’ultima volta Matteo che lavorava in giro per l’Italia come rappresentante di calzature per la Falc ma tornava ogni fine settimana a Civitanova dove da qualche mese gestiva il bar Black and White, in via Vittorio Emanuele.

E sulla bara, tra girasoli, rose e ghirlande di amici e colleghi anche alcuni oggetti che caratterizzavano la vita di Matteo e i suoi grandi amori: il casco rosso della moto, la sciarpa della Juve e un pallone da calcio. E infatti anche il mondo del calcio si è fermato per qualche minuto: Matteo aveva giocato fino a una decina di anni fa nell’Asd Civitanova Calcio a 5 e ieri nella partita contro il funerale-matteo-agostinelli-1-300x199Lucrezia i giocatori hanno osservato un minuto di silenzio e giocato con il lutto al braccio. Allo stadio il capitano della civitanovese ha deposto una corona sulle gradinate in suo ricordo. La messa celebrata da Don Mario Colabianchi ha cercato di portare un pò di conforto agli amici, alle amiche, ai colleghi di lavoro e a tutti coloro che lo avevano conosciuto ed amato. La Chiesa si scioglie in un applauso quando gli amici leggono le lettere di congedo che lo ricordano come era in vita: “ti vogliamo ricordare come eri quando eri vivo, ed era solo un attimo fa  – dice Lina – c’è chi in quel maledetto giorno ti ha incontrato a lavoro, chi aveva preso un caffè con te, chi ti aveva sentito per telefono, ora ti immaginiamo felice correre fra le nuvole, ciao Matteo, amico di tutti e compagno di mille avventure”. Laura Cingolani, la cugina non è riuscita ad arrivare per la cerimonia religiosa ed affida ad una lettera letta da un’amica l’ultimo ricordo: “Matteo carissimo, provo un’immensa tristezza per non essere accanto alla nostra famiglia in questo momento in cui deve affrontare una realtà cosi incredibile e dolorosa. Quando ho saputo quello che ti è successo ho provato prima incredulità, poi dolore, impotenza e un opprimente senso di abbandono e di solitudine. Questo terribile incidente ha privato tutti del tuo sorriso, della tua allegria, della tua gentilezza e vivacità. Dicono che stai iniziando una nuova vita. Se è così, so che starai bene perchè con te ci saranno zio Aldo, i nonni e anche zio Lorenzo: mi è di conforto pensare che non ti sentirai mai solo”.

funerale-matteo-agostinelli-2-300x199Hanno partecipato alla cerimonia anche diversi imprenditori civitanovesi, il sindaco di Civitanova Tommaso Claudio Corvatta, il vice sinadaco Giulio Silenzi e il presidente del Consiglio comunale Ivo Costamagna.

(redazione CM)

funerale-matteo-agostinelli



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X