Severini-gol, il Matelica avanza in Coppa

Per i ragazzi di Spuri Forotti la gara di ritorno si è rivelata una formalità dopo il 2-0 maturato all'andata. La Cingolana esce dalla competizione a testa alta
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
La-rosa-del-Matelica-al-completo

La rosa del Matelica al completo

di Sara Santacchi

Il Matelica approda ai quarti di Coppa Italia d’Eccellenza. Decisiva la vittoria per 1-0 (gol di Severini) nella gara di ritorno contro la Cingolana. Si gioca eccezionalmente a Cerreto d’Esi e il Matelica reduce dal 2-0 dell’andata non intende vedersi soffiare il passaggio del turno. La squadra c’è, la determinazione anche e i ragazzi di Spuri Forotti, senza troppe difficoltà superano gli ospiti dando prova in più fasi dell’incontro di iniziare a macinare gioco con spunti davvero interessanti. L’incontro è giocato per lo più nella metà campo della Cingolana con il Matelica intenta a pressare l’avversario e la Cingolana impegnata a difendersi su diversi fronti e mai impegnata in fase di attacco escluse un paio di occasioni.

La cronaca: al 10′ si presenta la prima occasione per la formazione di casa, con la giocata tra Trudo e Silvestrini che va a cercare Api, ma la svirgolata di quest’utlimo finisce fuori il palo esterno sinistro. Ci riprova, quindi, al 12′ ancora Api e questa volta sfiora il gol con un colpo di testa che finisce per un soffio fuori. Per i primi trenta minuti è solo Matelica e ci pensa Severini al 30′ a sbloccare il risultato: con una punizione da incorniciare, dalla 3/4 campo avversaria, frontale alla porta, centra con un destro il sette lasciando a bocca aperta Maccari che non può niente: 1-0. Il Matelica non si accontenta e al 33′ è ancora Api che sul palo esterno destro non c’entra la rete di testa per un soffio. La Cingolana fatica e non si rende mai pericolosa. La sua prima occasione si presenta al 38′ quando Ramadori sfrutta una ripartenza e da centrocampo si fa spazio portandosi al limite dell’area da dove prova a cercare la porta, ma il suo destro non impegna Spitoni che trattiene senza problemi. Si va negli spogliatoi dopo 2 minuti di recupero. La ripresa non mostra cambiamenti, anzi. E’ il Matelica a ripartire con l’accelleratore e al 48′, dopo lo scambio Cacciatore – Trudo, è proprio l’11 di casa a servire ancora una volta Api che per un soffio sfuma il raddoppio proprio davanti la porta. La Cingolana ci prova, ma al 57′ sciupa con Faris l’unica occasione che potrebbe servire per riagguantare un pareggio che, comunque, non basterebbe. La compagine di Spuri Forotti non mosra cedimenti e prova ad andare a porta con Jachetta, Trudo nonchè Severini ancora da calcio piazzato sfiorando in più occasioni il doppio vantaggio. Finisce così, dopo due minuti di recupero un incontro in cui Spitoni e soci hanno dimostrato la loro superiorità sotto tutti i punti di vista. Un buon inizio, anche se quello vero sarà domenica prossima, 9 settembre, per la prima di campionato. E da lì non si potrà più scherzare.

il tabellino:

MATELICA: Spitoni, Silvestrini, Severini, Lazzoni (72′ Cantarini9, D’Addazio, Ercoli, Piciotti, Colella, Api (61′ Jachetta), Cacciatore (84′ Ruggeri), Trudo. All: Spuri Forotti.

CINGOLANA: Maccari, Medici (72′ Mancini), Federici, Mengoni, Tomassoni, Gianfelici, Torelli (80′ Del Bianco), Lucesoli, Giuliani, Ramadori (46′ Cacciamani), Faris. All: Ciattaglia.

Arbitro: Ridolfi (PS). Assistenti: Carriero (Jesi); Rossi (Jesi).

Note: spettarori circa  250. Ammoniti: Mengoni (C). Calci d’angolo: 2 – 3. Recupero: 2′- 2′.

Reti: Severini 30′.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X