“Discriminatoria l’esclusione dalle graduatorie dell’Asur Marche degli infermieri non comunitari”

L'Associazione di Studi Giuridici sull'Immigrazione ha già provveduto a segnalare la situazione all'Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali, istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri
- caricamento letture

Stanno arrivando in questi giorni le missive con le quali l’Asur delle Marche comunica agli infermieri non comunitari l’esclusione dalle graduatorie per il conferimento degli incarichi a tempo determinato corrispondenti al profilo professionale di “Collaboratore sanitario – infermiere”. L’esclusione, determinata dalla carenza del requisito della cittadinanza italiana o di uno dei Paesi dell’Unione Europea, è assolutamente illegittima. Sulla questione era già intervenuta all’epoca della pubblicazione dell’avviso l’ASGI (Associazione di Studi Giuridici sull’Immigrazione) che con una lettera al Direttore Generale dell’ASUR aveva già rilevato la natura discriminatoria dell’esclusione fondata sulla cittadinanza del lavoratore professionale. “Alla luce non solo della normativa di riferimento ma anche della stessa giurisprudenza è oramai assodata l’illegittimità dei provvedimenti che escludono dalla graduatorie gli infermieri non comunitari per carenza del requisito della cittadinanza – afferma l’avv. Paolo Cognini dell’ASGI – Tutti i ricorsi promossi a livello nazionale contro simili provvedimenti, molti dei quali seguiti proprio dal servizio di supporto giuridico contro le discriminazioni dell’ASGI, hanno avuto esito positivo ed hanno ottenuto la rimozione del provvedimento discriminatorio. E’ del tutto incomprensibile l’ostinazione con la quale l’ASUR delle Marche persevera nell’applicazione di requisiti palesemente illegittimi. L’ASGI ha già provveduto a segnalare la situazione all’UNAR, l’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali, istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri ed è a disposizione per informazioni ed assistenza. Invitiamo tutti gli infermieri non comunitari esclusi dalla graduatoria ad intraprendere tempestivamente i rimedi giurisdizionali previsti contro i provvedimenti discriminatori”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X