Banca Marche perfeziona la cessione del portafoglio crediti in sofferenza

E' costituito da 2.896 linee di credito facenti capo a 696 debitori
- caricamento letture

Banca Marche ha concluso un’operazione di cessione pro-soluto di un portafoglio crediti non performing (“NPLs”) con Christofferson, Robb & Company Llc, private money management firm attiva in operazioni di investimento in portafogli di crediti.
L’operazione, che è stata effettuata per il tramite di una società veicolo appositamente costituita, Gemini SPV srl, è finalizzata a realizzare un’operazione di cartolarizzazione ai sensi della legge 30 aprile 1999, n.130. Il portafoglio di NPLs oggetto della transazione è costituito da 2.896 linee di credito facenti capo a 696 debitori. I crediti oggetto di cessione hanno un gross book value di 127 milioni di euro e derivano da rapporti bancari di varia natura e forma tecnica. Banca Marche non sottoscriverà alcuna classe di notes.
Il portafoglio NPLs è stato ceduto ad un valore lievemente inferiore ai valori di bilancio di Banca Marche. L’operazione, insieme alla precedente transazione conclusa nel gennaio 2012, si inserisce nel quadro di progressiva riduzione del numero delle sofferenze avviata
da Banca Marche, migliorando la gestione operativa delle stesse ed aumentando l’efficacia di recupero.
FBS Spa, che ha assistito l’investitore nella fase di due diligence e pricing, è stata dallo stesso incaricata di agire in qualità di Servicer nella gestione del portafoglio NPLs oggetto della cessione.
Banca Marche è stata assistita nell’operazione da Rothschild in qualità di advisor finanziario e dallo Studio Legale Sabelli in qualità di consulente legale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X