Tolentino, voglia di riscatto
Serve un’impresa per centrare la finale

PLAY OFF ECCELLENZA - Contro il Casacastalda (si gioca alle 16 al Della Vittoria) i cremisi sono chiamati a ribaltare il 2-0 dell'andata. Romanski è squalificato mentre Melchiorri è in dubbio per problemi ad una caviglia. Il ds Giannini: "Noi ci crediamo"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Melchiorri-Federico

L'attaccante del Tolentino Federico Melchiorri

di Filippo Ciccarelli

Si riparte da un’eredità pesante, il 2-0 subito in Umbria dal Casacastalda del bomber Marri, recentemente premiato con il “Pallone d’oro” del calcio umbro (leggi l’articolo). Ma ci sono ancora 90 minuti da giocare, e per il Tolentino è obbligatoria la vittoria, se la formazione cremisi vorrà accedere alla finale dei playoff di Eccellenza. I ragazzi di mister Mobili hanno sfiorato ripetutamente la possibilità di andare in serie D nell’arco della stagione: sono arrivati ad un soffio   dalla Maceratese capolista in campionato (e nel derby di ritorno erano anche riusciti a portarsi in vantaggio all’Helvia Recina), hanno rappresentato le Marche nella Coppa Italia di categoria e adesso si stanno giocando l’accesso alla finale dei playoff. A complicare il cammino del Tolentino in vista della partita di mercoledì (calcio d’inizio al Della Vittoria alle ore 16) l’assenza di Romanski, squalificato, ed il probabile forfait di Melchiorri, che risente di un fastidio alla caviglia e potrebbe essere schierato partendo dalla panchina: mister Mobili sceglierà il dubbio solo nei minuti precedenti all’inizio del match.

Sergio-Giannini-Tolenino

Il ds del Tolentino Sergio Giannini

Ci sono però elementi positivi dai quali ripartire, vista la prestazione dei cremisi nel primo tempo della partita d’andata: “Ancora non mi capacito dei 20 minuti di sbandamento che abbiamo avuto nella ripresa” spiega il ds Sergio Giannini “anche perché nel primo tempo non abbiamo demeritato, abbiamo preso un palo e creato alcune occasioni. I nostri avversari sono stati più bravi di noi a concretizzare: comunque crediamo alla finale, lotteremo fino alla fine e siamo coscienti che il minimo sbaglio potrebbe costarci caro”. Nonostante l’orario pomeridiano di un giorno feriale, allo stadio è atteso il pubblico delle grandi occasioni per spingere i cremisi verso la vittoria, anche alla luce dei 200 che sono andati in Umbria nell’occasione della gara di andata. Per passare il turno il Tolentino deve vincere con tre gol di scarto: nel caso in cui il risultato dopo i 90′ sia di 2-0, ci sarebbero i supplementari ed eventualmente i calci di rigore per decretare la finalista.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X