Il Matelica perde il primato
Vallorani fa sognare il Trodica

IL PUNTO SULLA PROMOZIONE - Retrocede in Prima categoria la Vigor Pollenza mentre la marcatura di Dell'Aquila regala tre punti d'oro al Potenza Picena che si rilancia in zona play off
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
DellAquila

Il bomber del Potenza Picena Manuel Dell'Aquila

di Federico Bettucci

Lo 0-0 interno con l’Apiro costa al Matelica il primato in classifica. L’imprecisione offensiva dell’ex capolista e un Carbini in versione paratutto inchiodano la formazione di Spuri Forotti (allontanato per proteste) sul risultato ad occhiali. Il Real Metauro (2-1 all’Atletico Gallo Colbordolo) ringrazia, mette la freccia e passa un punto avanti. Gli attaccanti del Matelica in aprile non hanno mai segnato: dopo la sofferta affermazione sulla Vadese (gol di Sparvoli, difensore) sono arrivati i due pareggi a reti bianche che hanno fatto scivolare Fede e compagni in seconda piazza. Apertissimi i giochi in chiave titolo, che ormai sembrano riservati esclusivamente alle due attuali contendenti. L’Apiro conserva il quinto posto, ma è l’unica squadra tra le prime 9 a dover ancora osservare il turno di riposo. Nel girone B arriva con 3 giornate di anticipo la retrocessione aritmetica della Vigor Pollenza. Un colpo di testa di Dell’Aquila e la parata di Natali a sventare il calcio di rigore di Ulivello consegnano l’intera posta in palio al Potenza Picena (0-1), che con i 3 punti del Galasse rimane appaiata al Montegiorgio, scavalcando la Vis Macerata. La truppa di Lattanzi esce sconfitta da Trodica, dove in prossimità del 90’ Vallorani scoperchia l’1-1 siglando il secondo, decisivo, gol dei suoi. In avvio era andato in scena il botta e risposta tra Bartolucci e Aquino. Il 2-1 proietta la compagine di Mazzaferrro, che aggancia il Portorecanati (1-1 a Ripatransone contro l’Avis) a soli 3 punti dal quinto posto, attualmente occupato proprio dalla Vis Macerata, svantaggiata però dal dover disputare un match in meno rispetto alle concorrenti. Tra Aurora Treia e Monteluponese (1-1) fanno tutto i padroni di casa: autorete di Cervigni agli albori del match e pareggio di Sergio Fraticelli nella ripresa su servizio di Tartari. Il Porto Potenza staziona ancora ai limiti della zona playout dopo lo 0-0 casalingo con il Montottone, mentre il Chiesanuova si fa rimontare in casa (2-3, reti di Galassi e Roccetti) dal San Marco, perdendo l’opportunità di scalare qualche gradino nella mischia della zona playout. Anzi, perso un punto sull’Avis Ripatransone penultimo.

IL PERSONAGGIO DELLA SETTIMANA: Matteo Vallorani (Trodica). È l’uomo che mette sottosopra tutti i discorsi playoff: il suo gol del successo nello scontro diretto vale l’aggancio importantissimo sul Portorecanati e quello virtuale sui rivali di giornata, avvicinati a meno 3 e con una partita in più da disputare.

LA FORMAZIONE DELLA SETTIMANA:
1 – Natali (Potenza Picena)
2 – Tidei (Porto Potenza)
3 – Polinesi (Trodica)
4 – Rocchegiani (Potenza Picena)
5 – Bartolini (Trodica)
6 – Vallorani (Trodica)
7 – Galassi (Chiesanuova)
8 – Aquino (Vis Macerata)
9 – Bartolucci (Trodica)
10 – Roccetti (Chiesanuova)
11 – Dell’Aquila (Potenza Picena)
Allenatore: Mazzaferro (Trodica)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X