Sintini riparte da Macerata
“Vincerò la partita più difficile”

IL RITORNO DI "JACK" - Il palleggiatore campione d'Italia con la maglia della Lube nel 2006 da mesi sta lottando contro il cancro e sarà ospite della società biancorossa per svolgere alcuni allenamenti insieme alla squadra
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Giacomo Sintini abbraccia Ivan Mijlkovic

di Andrea Busiello

Giacomo Sintini sta sconfiggendo la sua partita più importante: quella contro il cancro. L’ex palleggiatore di Treviso, Ravenna, Forlì, Perugia, Lube e Belgorod si è dovuto fermare per le cure mediche ma ora è tornato, più forte di prima. “Jack” da giovedì 15 marzo a domenica 18 sarà ospite della Lube per alcune sedute di allenamento. Interpellato in merito, il palleggiatore che nel 2006 vinse lo scudetto con la casacca biancorossa, dice: “E’ il più bel regalo che mi poteva fare la Lube; sarà un onore per me allenarmi in palestra con la squadra e riprendere contatto con il mio mondo. Tutto è nato nella gara di Modena quando ho incontrato i dirigenti biancorossi che in quell’occasione mi hanno manifestato la volontà di invitarmi per alcuni allenamenti al Fontescodella”. Sintini spende una parola di lode per tutto l’entourage Lube che in questo periodo difficile della sua vita gli è stato sempre vicino: “Mi preme sottolineare come sin da quando mi sono ammalato tutto lo staff della Lube mi è sempre stato vicino. Ho ricevuto sempre telefonate che mi hanno testimoniato la loro vicinanza e per una persona che sta male sentire l’affetto delle persone è fondamentale”. Attualmente Sintini vive a Perugia con la sua famiglia ed ha una grande voglia di ritornare a palleggiare in un campo di serie A. Per qualsiasi informazione su di lui, Jack ama interloquire con i suoi fans attraverso la sua pagina Facebook. Forza Jack, ti rivogliamo presto sul taraflex!



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X