Rugby Camerino in scioltezza
57-12 al Guardia Martana

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Guardiamartana

Una fase della sfida tra Cus Camerino e Guardia Martana

di Paolo Ortolani

Feste finite per il rugby. Riprende il campionato con il girone di ritorno che vede le squadre perugine ai vertici. Tra gli incomodi c’è il Cus Camerino che con i suoi 31 punti è li a sgomitare tra le grandi. L’esordio con il Guardia Martana aveva visto i camerti giganteggiare. Ma oggi tutte le formazioni debbono necessariamente fare i conti con infortuni e assenze, dazio obbligato per un campionato duro e combattuto. Quindi: nulla di scontato. Splendida cornice la giornata di sole a Camerino sia pur con una temperatura rigida di marca prettamente invernale. Gli universitari partono subito forte. Allo scadere del quarto d’ora il risultato è già sul 17 a 0 con meta di Cristalli, Romani e Pavoni. Giordani cura la trasformazione (saranno per lui tre su cinque in totale). Un’ingenuità difensiva rimette in gioco il risultato favorendo così gli umbri che si portano sotto di 7 punti. Allunga il Camerino al 24’ con meta di Romani trasformata Giordani. Prima del riposo, per il Guardia Martana c’è ancora tempo di sigillare un’altra meta rimasta però orfana della relativa trasformazione per non aver calciato entro il minuto regolamentare. Il cartellone dice 24 a 12 per i padroni di casa. Nella ripresa i cussini macinano il risultato con regolarità e tempismo: Torresi, Cerqueti, Canullo (2) e allo scadere Ortolani con contorno di trasformazioni di Giordani e Ronconi (tre su quattro). Il risultato finale vede Camerino prevalere 57 a 12. Il Guardia Martana si arrende a un Camerino di carattere. Ad onor del vero, gli universitari hanno alternato momenti di gioco vivace e dinamico ad altri nei quali hanno avuto sopravvento fretta e approssimazione. I camerti non sono ancora al massimo della forma. Da segnalare il felice rientro di Cristalli e Ciciani, assenti da circa 2 mesi. Con la vittoria di oggi, i locali riprendono la striscia positiva di risultati, interrotta solo a fine girone di andata con gli scontri al vertice in virtù dei quali gli universitari hanno dovuto cedere la prima piazza. Domenica prossima si va in riva all’adriatico, a Porto Sant’Elpidio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X